Le notizie della settimana di Berlino e della Germania in breve (23-29 ottobre)

Dalla cronaca, con la notizia sui Covidpass falsi, alla storia del giornalista Vincenzo Maddaloni, passando alle mostre e agli eventi da non perdere questa settimana

Tra le notizie della settimana riguardanti Berlino e la Germania, abbiamo fatto un riepilogo di alcune delle più interessanti apparse su Berlino Magazine. Inoltre con le nostre guide abbiamo elencato per voi tutti gli eventi e le mostre da non perdere questa settimana nella capitale. Di seguito potete trovare alcuni degli articoli di questa settimana divisi per categoria.

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA A BERLINO E IN GERMANIA

Germania, scoperti centinaia di Covidpass falsi: costano 350 € l’uno

A Monaco di Baviera il dipendente di una farmacia avrebbe venduto centinaia di pass vaccinali contraffatti. L’uomo avrebbe chiesto per ogni documento 350 €. Il truffatore avrebbe allestito i pass falsi e poi li avrebbe venduti su internet. Sarebbero centinaia e centinaia i QR code falsi prodotti e poi venduti. Inizialmente la polizia aveva fermato soltanto il farmacista e stava cercando di capire se per allestire la truffa fosse stato aiutato da qualche complice. A seguito di ulteriori indagini, sarebbero stati trovati 100.000 € in criptovalute e sarebbe stato arrestato anche un altro uomo.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Coronavirus in Germania, aumentano i contagi e l’incidenza ai 7 giorni è la più alta da mesi

Il Robert Koch Institute (RKI) ha riferito che l’incidenza di 7 giorni sta aumentando rapidamente. Mentre in Inghilterra la situazione sta degenerando e la Lettonia è rientrata in lockdown, anche in Germania i casi di Covid-19 stanno crescendo. Nel mentre si stanno anche effettuando i richiami di vaccino alle persone più fragili e si sta aspettando l’approvazione dell’EMA per il vaccino per i bambini dai 5 ai 12 anni. Questi dati, però, farebbero pensare a una nuova ondata di casi nel periodo autunnale e invernale.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

I 49 quartieri più cool al mondo per TimeOut: un berlinese nella top 15

La società britannica TimeOut ha steso una lista dei 49 quartieri più cool al mondo. Dopo aver operato un sondaggio su 27.000 cittadini di differenti città, il TimeOut ha affidato ai propri esperti il compito di stilare una classifica dei quartieri più cool presenti al mondo. Nella classifica nessun posto è occupato da quartieri italiani. A occupare il podio troviamo il quartiere di Nørrebro a Copenhagen, quello di Andersonville a Chicago e quello di Jongno 3-ga a Seoul. Nel marzo del 2021 anche “How I Travel” ha pubblicato un articolo con i 15 quartieri più cool al mondo. Tra i primi 10 anche il quartiere berlinese di Kreuzberg.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Cosa si dice in Germania sul blocco del DDL Zan

L’iter per l’approvazione del ddl Zan è stato bloccato in Senato, per mezzo di un procedimento parlamentare presentato da Fratelli d’Italia e Lega. Il procedimento, “non passaggio all’esame degli articoli”, comportava l’accantonamento della legge, e il Senato ha votato a favore, con 154 voti.  A essere contrari erano 131 senatori, mentre 2 si sono astenuti. La discussione è saltata anche a causa dei senatori che hanno votato in maniera diversa rispetto al gruppo o partito di cui fanno parte, e dei senatori del gruppo misto. Cosa ne dice la stampa tedesca e un confronto con la situazione in Germania.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Germania, inflazione alle stelle: materiali per costruzioni mai così alti in 50 anni

Negli ultimi anni in Germania il settore edilizio ha incrementato il suo sviluppo. Nonostante continui a crescere la domanda sugli affitti della casa, sia nel campo immobiliare che in quello delle costruzioni sono identificabili degli elementi negativi. Primo è la costante richiesta di terreni da edificare, secondo è diminuita la quantità di materiali per la costruzione, terzo le tasse sono in continuo aumento.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

NOTIZIE DELLA SETTIMANA: STORIE DI BERLINO E DELLA GERMANIA

Vincenzo Maddaloni: “La mia vita da reporter da Allende a Berlino”

Parliamo con il giornalista e saggista Vincenzo Maddaloni di Muro di Berlino, di perché Venezia con le sue disgrazie tanto le somiglia, e di altre storie per meglio comprendere le complicanze sociali del ventunesimo secolo. Perché Berlino? «Perché è la capitale europea che, meglio di ogni altra, riflette le ansie e i malesseri dei giovani e ne anima le speranze con un fermento culturale, ideologico e per molti versi rivoluzionario che trova a Berlino il suo scenario ideale.».

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

“Da Brindisi alla Germania ho portato uno street food dedicato alle friselle. Non vendo solo cibo, ma anche tradizione e cultura”

Francesco Solazzo, 33 anni, è nato a nato a Campi Salentina (LE) ma vive ormai da 10 anni in Germania, con base a Francoforte sul Meno. È il creatore del progetto “La Frisa”, un truck di street food pugliese dedicato in particolare alle friselle. Ai suoi clienti non vende solo cibo tipico, ma racconta una storia che sa di tradizione e cultura: “Si tratta di cucina povera salentina. I pescatori, lavorando molte ore in mare, portavano del pane duro che successivamente bagnavano con acqua di mare per ammorbidirlo. Poi aggiungevano quello che avevano con sé, come pomodori, capperi e alici. Da lì nasce uno dei piatti iconici pugliesi: la frisa.”

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Franceska Mann, la ballerina ebrea che avrebbe sparato a un SS prima della camera a gas

Franceska Mann, una delle ballerine polacche più promettenti degli inizi degli anni quaranta, viene ricordata oggi per non essersi chinata di fronte ai nazisti. Tratta in inganno insieme ad altri ebrei benestanti, fu deportata ad Auschwitz. Qui, condotta assieme ad altre prigioniere nello spogliatoio, riuscì con freddezza a raggirare una guardia delle SS, rubandogli la pistola. Sparò verso un nazista colpendolo a morte prima di poter essere condotta nella camera a gas. La sua coraggiosa morte è stata ricordata e raccontata come atto di forza e speranza da chi è sopravvissuto ed è di recente apparsa in scena con uno spettacolo teatrale.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Theodor Wonja Michael, il giornalista afro-tedesco costretto a recitare allo zoo per i nazisti

Il 22 ottobre, Google ha reso omaggio a Theodor Wonjia Michael celebrando l’anniversario della sua morte con un doodle. Venuto a mancare nel 2019, Michael fu un importante giornalista e attivista in materia di razzismo e questioni africane in Germania. Nato nel 1925, trascorse i primi anni della sua vita costretto a lavorare in uno zoo umano. Proseguì poi la sua carriera come attore durante il periodo nazista, ma a 18 anni fu rinchiuso in un campo di lavoro. Dopo la fine della guerra riuscì a laurearsi in scienze politiche e a intraprendere una carriera come giornalista. Assoldato come specialista degli affari africani dai servizi segreti della Germania dell’Ovest, cominciò sin dagli anni ’60 a prendere parte alla lotta contro il razzismo.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

NOTIZIE DELLA SETTIMANA: GLI EVENTI E LE MOSTRE A BERLINO E IN GERMANIA

A Berlino torna lo spettacolo mozzafiato del Blue Man Group

A Berlino torna il trio The Blue Man Group, famoso in tutto il mondo per creare atmosfere indimenticabili che nascono dalla commistione di musica rock, sorprendenti effetti tecnici e commedia. Un evento imperdibile per tutte le famiglie, sia quelle affezionate che hanno seguito il gruppo negli ultimi 16 anni, sia quelle che ancora non lo conoscono. Lo spettacolo si terrà tutti i giorni presso lo Stage BLUEMAX Theater e avrà una durata di 120 minuti, inclusa la pausa. I biglietti, acquistabili a questo link, sono disponibili a partire da 49,90 € fino ad aprile compreso. È uno spettacolo coinvolgente, in cui i confini tra il palco e l’auditorium si confondono, perfetto per bambini ed adulti!

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Al Museo della Fotografia di Berlino una mostra celebra l’eredità culturale del geniale fotografo Helmut Newton

Il 31 ottobre 2021 avrà inizio la mostra in onore del celebre fotografo berlinese Helmut Newton. L’evento, che si estenderà fino al 22 maggio 2022, è a cura della Fondazione Helmut Newton e sarà ospitato dal Museo della Fotografia. L’esposizione avrebbe dovuto tenersi l’anno scorso, ma è stata posticipata a causa della pandemia. Ora, sarà finalmente aperta al pubblico berlinese, seppur con le restrizioni legate al contenimento dei contagi. Sarà infatti ammesso solo un certo numero di persone per ogni time slot e all’interno del museo sarà obbligatorio il distanziamento e la mascherina. Per questo motivo, è consigliato prenotare la visita. Qui potete trovare i biglietti online e selezionare la vostra time slot.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

A Berlino si celebra Fellini con disegni e fotografie d’epoca

È stata inaugurata il 19 Ottobre la mostra “IL CENTENARIO – FELLINI NEL MONDO”. Organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura in onore dei cent’anni dalla nascita di Federico Fellini, questa esposizione ripercorre la sua storia attraverso documenti d’epoca, disegni, fotografie e costumi di scena.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Le mostre di Berlino da non perdere questa settimana. Dal 25 fino al 31 ottobre

In seguito all’allentamento delle restrizioni nella capitale, continuano ad essere numerosi gli eventi culturali, tra cui le mostre. Di seguito troverete la lista di quelle più interessanti che si terranno a Berlino dal 25 fino al 31 ottobre 2021.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Gli eventi a Berlino da non perdere dal 25 al 31 ottobre 2021. La guida giorno per giorno

Moltissimi gli eventi che si svolgeranno anche questa settimana a Berlino, da lunedì 25 a domenica 31. Dal festival Eat! berlin – The Festival for Bon Vivants – rassegna enogastronomica dedicata al mondo del cibo gourmet – fino alla serie di proiezioni del cinema Babylon dedicate ai capolavori del cinema muto, passando per i tantissimi party della notte più paurosa dell’anno, Halloween, organizzati nei club berlinesi.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

NOTIZIE DELLA SETTIMANA: LUOGHI DA VISITARE

Il Landgericht di Halle, il tribunale in Germania che sembra un castello delle fiabe

I castelli e i palazzi sono senza dubbio un aspetto distintivo della Germania, e il tribunale di Halle, in Sassonia, non fa eccezione. Attualmente adibito a corte di giustizia, lo spettacolare edificio a quattro ali fu realizzato nei primi del Novecento. I due architetti che svilupparono il progetto furono due funzionari prussiani. Solo una recente ristrutturazione però ha restituito all’edificio i suoi tratti originari e gli ha permesso di ritornare al suo antico splendore. Grazie a questa grande opera di restauro oggi i turisti hanno la possibilità di visitarlo, ma solamente dopo un attento controllo di sicurezza.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Notizie della settimana da PexelsLicenza Pexels

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *