Germania, nel 2020 il 5% in più di decessi rispetto al 2019

Nel 2020 il numero di decessi in Germania è aumentato del 5%

Nuovi dati dell’Ufficio federale di statistica (Destatis) mostrano che il numero di decessi in Germania è aumentato in modo significativo nel 2020, un anno fortemente caratterizzato dalla diffusione della pandemia da Coronavirus. Circa 986.000 persone sono decedute nell’anno passato, 46.000 in più rispetto ai numeri registrati nel 2019. Ciò corrisponde a un aumento del 5%. Nel comunicato stampa del Destatis viene inoltre sottolineato il carattere preliminare delle statistiche pubblicate per il 2020, basate sulla regolare rielaborazione dei dati ricevuti. Ulteriori fattori presi in considerazione sono le proiezioni in merito al volume della popolazione, così come la natura bisestile dello scorso anno. La metodologia utilizzata differisce quindi dal semplice conteggio delle segnalazioni ricevute dagli uffici anagrafici, al momento pubblicate in comunicati straordinari a causa dell’elevata rilevanza dei decessi attuali nella corrente emergenza sanitaria. I dati finali saranno disponibili a metà anno e consentiranno anche una valutazione in base ad ulteriori caratteristiche, ad esempio in base all’età.

Non influisce solo la pandemia da Covid-19, ma anche tendenze demografiche e problemi di calendario

Stando a quanto comunicato dall’Ufficio federale di statistica, l’aumento dei decessi non può essere attribuito esclusivamente all’impatto della pandemia, ma deve essere considerato in un contesto più ampio. Parte dell’incremento sarebbe infatti dovuto a problemi demografici e di calendario. L’aggiunta stessa di un giorno al mese di febbraio, secondo il principio dell’anno bisestile, si traduce infatti in un aumento di circa 3.000 morti rispetto all’anno precedente. Anche l’aumento della speranza di vita e i corrispondenti cambiamenti nella struttura dell’età della popolazione avrebbero giocato un ruolo considerevole. Destatis aggiunge infatti che, tenendo conto di questi aspetti e indipendentemente dall’impatto del Covid-19, un aumento dei decessi di circa l’1 o il 2 % sarebbe comunque stato previsto per il 2020. Tuttavia, circa il 2,5-3,5% dell’aumento rimarrebbe non contabilizzato e conseguentemente sarebbe da attribuire, al meno in parte, all’emergenza pandemica.

Matrimoni e nascite in calo

Con una tendenza opposta a quella dell’incremento dei decessi, nel 2020 il volume di nascite e matrimoni è diminuito considerevolmente. Secondo gli esperti, la pandemia da Coronavirus avrebbe avuto un enorme impatto sul numero degli sposalizi. Solo 373.000 coppie si sono sposate in Germania lo scorso anno, circa il 10% in meno rispetto al 2019. Risulterebbe invece più debole l’influenza sul tasso di natalità. Il registrato decremento dello 0,6% confermerebbe infatti una tendenza già riconoscibile dal 2016, l’ultimo anno in cui la Germania ha registrato un boom delle nascite. Ciò nonostante, il 2020 avrebbe visto uno dei cinque tassi di natalità più elevati dal 1999. Per quanto riguarda il volume complessivo della popolazione, questo è rimasto invariato. Dati preliminari mostrano che l’interazione fra l’aumento dei decessi e la diminuzione delle nascite, ovvero l’aumento del cosiddetto deficit di natalità, è uno dei motivi principali alla base della registrata crescita dello 0%. Ad influire sul numero di abitanti, anche la significativa diminuzione dell’immigrazione netta, vale a dire il saldo tra immigrazione ed emigrazione.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Friedhof di Colonia @Unsplash

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *