Germania, Ministro della Salute: “Primi vaccini prima di aprile”

Le prime vaccinazioni volontarie contro il Coronavirus saranno effettuate in Germania già da aprile del prossimo anno. Lo annuncia il Ministro della Salute Jens Spahn

Il Ministro della Salute tedesco Jens Spahn ha recentemente annunciato che le prime somministrazioni del vaccino anticovid saranno avviate in Germania a partire da aprile 2021. La notizia del Ministro giunge sorprendente visto che i ricercatori di tutto il mondo non hanno al momento ancora sviluppato una formula che sia efficace contro il Coronavirus. «Per come stanno le cose oggi, 12 ottobre, presumo che saremmo in grado di iniziare nel primo trimestre del prossimo anno», sono state le parole pronunciate ieri da Spahn in collegamento dall’Istituto di ricerca economica Ifo. Il Ministro ha poi sottolineato che la vaccinazione sarà effettuata sui pazienti solo su base volontaria e che coinvolgerà principalmente i gruppi ad alto rischio come persone che soffrono di condizioni mediche preesistenti, anziani, operatori sanitari e dipendenti delle case di cura.

Nell’attesa del vaccino contro il Covid-19 un’azienda produttrice di vetro si sta impegnando a fornire le fiale necessarie alle somministrazioni

L’azienda tedesca produttrice di vetro Schott, si è impegnata a fornire fiale sufficienti per contenere fino a 2 miliardi di dosi dei futuri vaccini contro il Covid-19. L’azienda ha già fornito milioni di fiale e afferma di essere sulla buona strada per aumentare la capacità dei suoi impianti di produzione e produrre fiale per un altro miliardo di dosi. Supponendo che il vaccino efficace contro il virus sia un vaccino a doppia dose, si stima che il mondo ne avrebbe bisogno per un totale di circa 15 miliardi. «Abbiamo un’occasione unica per essere parte della soluzione. Sappiamo che ci sono centinaia di vaccini attualmente in fase di sviluppo e sappiamo che tutti quei vaccini avranno bisogno della confezione e Schott è pronta a fornirla», ha detto Fabian Stöcker, responsabile della strategia e dell’innovazione presso l’unità farmaceutica dell’azienda Schott.

Nel frattempo i ricercatori di tutto il mondo stanno tentando di produrre un vaccino efficace in tempi record

Normalmente per produrre un vaccino che sia efficace e, soprattutto, sicuro, i tempi di attesa si stimano in anni. Per la SARS-CoV-2 i ricercatori di tutto il mondo stanno tentando di accorciare le tempistiche il più possibile. Attualmente il numero di vaccini in corsa contro il Coronavirus sono più di 170. Sette di loro si trovano già nella terza e ultima fase degli studi clinici. Dopo che sarà effettivamente prodotta una formula efficace, i tempi di distribuzione potrebbero non essere brevi. Di solito, infatti, ci vogliono più di 10 anni perché un vaccino raggiunga un’accessibilità tale da consentire a tutti di essere vaccinati. Il record precedente è detenuto dal vaccino contro l’Ebola che ha impiegato circa cinque anni per ottenere l’approvazione.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *