Il vaccino tedesco anti-Coronavirus verrà testato entro l’estate

Buone notizie dalla CureVac che potrebbe disporre anche di 100 milioni di vaccini all’anno

Friedrich von Bohlen, amministratore delegato della CureVac, ha recentemente dichiarato che l’azienda sta facendo passi avanti nella produzione di un vaccino contro il Covid-19. «Potremo iniziare i test clinici sull’uomo in estate», ha dichiarato Friedrich von Bohlen al Rheinische Post di Düsseldorf. Il potenziale vaccino di CureVac si basa su un nuovo metodo in cui le molecole di acidi nucleici brevi vengono utilizzate per stimolare le cellule del corpo a produrre anticorpi contro l’agente patogeno. Curevac potrebbe anche avviare rapidamente la produzione dopo l’approvazione del governo. «La Curevac sarebbe ora in grado di produrre oltre 100 milioni di dosi all’anno» ha detto Bohlen. «Questo dipende anche da quanto alto deve essere il dosaggio per proteggere efficacemente una persona». Infatti il numero dei vaccini varierebbe in base alla quantità di ogni singolo dosaggio. Inoltre la produzione potrebbe variare in base ai tempi di diffusione del virus.

Smentite le voci secondo le quali ci sarebbe stato un interessamento da parte degli Stati Uniti

Il fine settimana scorso la notizia di un interessamento all’azienda da parte degli Stati Uniti ha fatto scalpore. Il governo tedesco ha risposto immediatamente facendo capire che non avrebbe mai ceduto l’azienda. Tuttavia la direzione ha poi dichiarato che una tale offerta non era mai stata fatta. CureVac ha anche dichiarato che gli scienziati non sono stati contattati direttamente. A seguito della presunta offerta statunitense, CureVac ha tenuto colloqui con la Commissione UE a Bruxelles. Alla società sono stati offerti fino a 80 milioni di euro di prestiti dalla Banca Europea degli Investimenti. Secondo la società, questi soldi saranno utilizzati per completare un quarto impianto di produzione attualmente in costruzione.

Anche in Italia si cerca di produrre il vaccino ma mancano i fondi

In Italia uno dei laboratori dove si sta cercando di produrre un vaccino contro il Coronavirus è l’Irbm Science Park. L’acronimo sta per Istituto di Ricerca Biologico Molecolare ed è un centro di eccellenza nel settore delle biotecnologie molecolari. Anche la Takis, società biotech di Castel Romano (Roma), pochi giorni fa ha avuto il via dal Ministero della Salute per fare i primi test sugli animali. I risultati dovrebbero arrivare già ad aprile e in autunno potrebbero cominciare le prime sperimentazioni sull’uomo. Tuttavia la mancanza di finanziamenti pubblici ha costretto l’azienda a far partire la raccolta fondi in crowfunding.

Leggi anche:”Come la Germania ha fermato Trump dall’acquisto in esclusiva del possibile vaccino al Covid-19 sviluppato da un’azienda tedesca

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Picture: screenshot from Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *