La Germania mette in campo l’esercito per combattere la diffusione del Coronavirus

Lo Stato Federale ha deciso di schierare le forze armate per gestire l’emergenza Coronavirus

La Germania sta richiamando decine di migliaia di riservisti per aiutare il paese nella battaglia contro la pandemia del Coronavirus, ha dichiarato giovedì 19 il Ministro della Difesa Annegret Kramp-Karrenbauer.  «L’esercito ha iniziato a mobilitare le prime truppe di riserva durante il fine settimana» ha spiegato il Ministro, aggiungendo che la prossima volta verranno chiamate «altre truppe di riserva attraverso convocazioni molto mirate, e attraverso una convocazione generale». I militari saranno utilizzati per aiutare a curare i pazienti, risolvere i problemi di trasporto e fornire supporto alla polizia e alle autorità locali, man mano che il numero di casi confermati di Coronavirus aumenta vertiginosamente. La più grande economia europea ha un pool di 75.000 riservisti per i quali l’esercito ha aggiornato i dati di contatto, ha detto il ministro. Circa 2.300 riservisti hanno risposto alla chiamata per la mobilitazione del fine settimana, tra cui più di 900 che possono essere impiegati nei servizi sanitari. Descrivendo la lotta contro il COVID-19 come ‘una maratona’, il Ministro ha spiegato che i soldati possono intervenire quando le capacità delle forze civili saranno esaurite.

L’esercito in strada in Italia

Il divampare del Coronavirus ha reso necessario l’impiego dell’esercito anche in Italia. In Campania, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha avuto un colloquio telefonico con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini. De Luca ha così ottenuto ciò che voleva: il contributo delle Forze Armate nei controlli per il rispetto delle ordinanze che hanno l’obiettivo del contenimento del contagio da Covid-19, e ciò avverrà nelle aree che di volta in volta verranno individuate e segnalate nella nostra regione. «Sarà un contributo importante, con grande misura ed equilibrio – ha dichiarato De Luca, che ieri aveva chiesto l’intervento dei militari al governo – ma anche con determinazione. Non è possibile estendere il servizio all’intero territorio italiano, ma vi sono aree in cui è necessario dare un segnale di fermezza e anche di repressione rispetto a comportamenti irresponsabili».

Le condizioni della pandemia in Germania

Il numero totale di infezioni segnalate in Germania è cresciuto a 12.327 casi (giovedì 19 alle 8 del mattino), secondo i dati dell’Università Johns Hopkins e dell’Istituto Robert Koch. Ma a seconda delle politiche di un singolo Land, molti altri possibili casi potrebbero non essere stati conteggiati perché mostrano solo sintomi lievi o non sono stati in contatto con un caso noto. Oltre 4.200 dei casi in Germania si trovano in Nordreno-Vestfalia, lo stato più popoloso della Germania. Di tutti i casi confermati da gennaio, 105 sono completamente guariti mentre 28 decessi sono stati confermati.

Leggi anche: Come offrire aiuto in Germania durante il coronavirus

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Screenshot da Youtube

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *