https://pixabay.com/it/photos/siringa-vaccino-mano-vaccinazione-5819894/

BioNtech/Pfizer:”Vaccino sicuro al 100% tra i 12 e i 15 anni”

L’azienda farmaceutica Pfizer ha comunicato i risultati promettenti della terza fase di sperimentazione del vaccino sugli adolescenti. Adesso la priorità è presentare i dati alla Food and Drug Administration (FDA) e all’Agenzia europea per i medicinali (EMA) per estendere l’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino tra i più giovani.

Mercoledì 31 Marzo l’azienda statunitense Pfizer – che collabora insieme alla tedesca BioNtech nello sviluppo e nella produzione del vaccino anti-Covid – ha pubblicato i risultati della sperimentazione degli adolescenti fra i 12 e i 15 anni. Lo studio ha dimostrato il 100% dell’efficacia ed una forte risposta anticorpale, addirittura maggiore di quella verificatasi negli individui testati tra i 16 e i 25  anni. Il vaccino BioNtech/Pfizer avrebbe dunque un effetto positivo anche tra i più giovani.

Pfizer: una sperimentazione di successo

La terza fase di trial del vaccino è stata condotta negli Stati Uniti ed ha riguardato circa 2260 adolescenti tra i 12 e i 15 anni divisi in due gruppi.  A 1129 ragazzi è stato somministrato il vaccino, mentre agli altri 1131 è toccato il placebo. Fra questi ultimi, sono stati osservati 18 casi di contagio da Covid19. Inoltre, il gigante farmaceutico americano ha evidenziato che gli effetti collaterali insorti nei giovani sottoposti alla sperimentazione sono risultati simili a quelli osservati nei ragazzi fra i 16 e i 25 anni, effetti non preoccupanti e considerati comuni.

Un piccolo passo verso la normalità

A seguito di tali riscontri, le aziende partner Pfizer e BioNtech hanno da subito condiviso l’intenzione di sottoporre i dati a valutazione tra pari e di richiedere agli enti regolatori l’autorizzazione per estendere l’utilizzo del vaccino su individui di età compresa fra i 12 e i 15 anni. L’accelerazione del piano vaccinale permetterebbe finalmente il rientro in sicurezza dei ragazzi nelle scuole già a partire dal prossimo anno scolastico, dopo l’estate. Tutto questo rappresenta uno degli obiettivi a breve termine di BioNtech, secondo quanto espresso dall’amministratore delegato e cofondatore dell’azienda Ugur Sahin: “In tutto il mondo, siamo desiderosi di tornare ad una vita normale […] Questo vale specialmente per i nostri figli. È molto importante permettere loro di tornare alla vita scolastica di tutti i giorni e di incontrare amici e familiari, proteggendo sé stessi e i loro cari”.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: ©Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *