Merkel: “Chi ha test negativo non può avere le stesse libertà di un vaccinato”

Le persone che hanno ricevuto il vaccino potrebbero presto avere di nuovo più libertà in Germania. Tuttavia, la Cancelliera Angela Merkel mette in guardia dal concedere gli stessi diritti alle persone non vaccinate che presentano solo un test negativo

Durante il vertice sulle vaccinazioni a livello federale e statale, si è discusso a lungo sugli allentamenti del lockdown, in bilico tra libertà e restrizioni. A tal proposito, la Cancelliera Angela Merkel (CDU) ha messo in guardia dal mettere sullo stesso piano le persone vaccinate e quelle il cui test è risultato negativo. Ciò che vale per quelli che hanno ricevuto le due dosi di vaccino non può valere per coloro che hanno solo il tampone negativo, ha annunciato la Merkel in una riunione del presidio della CDU. La sicurezza della vaccinazione è ovviamente molto più solida di quella dei test. Secondo le attuali scoperte del Robert Koch Institut: “si può supporre che le persone vaccinate e guarite abbiano un rischio inferiore di infettare altre persone rispetto a quelle risultate negative da un test antigenico”.

Allentamenti per quanto riguarda lo shopping e le case di riposo

Con molta probabilità le persone vaccinate o guarite potrebbero presto riguadagnare almeno gli stessi diritti di base di quelle risultate negative. Ciò si applicherebbe, per esempio, al regolamento d’ingresso nei negozi. Inoltre, sono previsti allentamenti anche per quanto riguarda le case di riposo e le case di cura. Le persone considerate guarite sono quelle che possono dimostrare di aver contratto il Covid-19 negli ultimi sei mesi e possono provarlo con un test molecolare positivo, dopo che sono trascorsi almeno 28 giorni. Tuttavia, l’obbligo di indossare una mascherina e il mantenimento della distanza di sicurezza continuerà ad applicarsi alle persone vaccinate, guarite e testate. Secondo il Governo federale, le eccezioni ancora da definire per i vaccinati e i convalescenti non danno comunque diritto all’apertura di determinate strutture, come musei o piscine.

Vacanze estive per i vaccinati

“Per le persone vaccinate che vanno in vacanza, presto non saranno più necessari il tampone o la quarantena”, ha detto il Ministro dei trasporti Andreas Scheuer (CSU). Finora le regole prevedevano un tampone obbligatorio per chi torna in Germania da un viaggio in aereo e la quarantena per tutti quelli che tornano da paesi con un alto tasso di infezioni. La vicepresidente della CDU Julia Klöckner ha dichiarato che le persone vaccinate dovrebbero recuperare rapidamente le libertà temporaneamente limitate. Alla domanda se la gente sarà in grado di andare in vacanza d’estate, ha risposto: “Sono fiduciosa. Però dobbiamo anche guardare i fatti. Vogliamo andare avanti e non cadere di nuovo negli stessi errori”. Secondo il portavoce del Governo Steffen Seibert, non c’è ancora un calendario preciso. Tutto dipende dal risultato della conferenza dei presidenti dei ministeri. Il vertice sulla vaccinazione si occuperà anche di questioni di priorità, cioè chi ha diritto ad essere vaccinato e quando. La stessa Angela Merkel ha confermato che i gruppi di priorità per la vaccinazione saranno annullati a partire da giugno. Il Ministro della salute Spahn ha, invece, messo in guardia contro una revoca generalizzata della priorità.

Immagine di copertina: Pixabay

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *