Le notizie della settimana di Berlino e della Germania in breve (13-19 novembre)

Dalla cronaca, con l’approvazione delle nuove restrizioni, alla storia del ricercatore Fabio Molinari, passando alle mostre e agli eventi da non perdere questa settimana

Tra le notizie della settimana riguardanti Berlino e la Germania, abbiamo fatto un riepilogo di alcune delle più interessanti apparse su Berlino Magazine. Inoltre con le nostre guide abbiamo elencato per voi tutti gli eventi e le mostre da non perdere questa settimana nella capitale. Di seguito potete trovare alcuni degli articoli di questa settimana divisi per categoria.

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA A BERLINO E IN GERMANIA

Germania, approvate definitivamente le nuove restrizioni. Cosa cambierà nei prossimi giorni

Dopo l’approvazione al Bundestag – anche i rappresentanti dei Länder del Bundesrat, venerdì 19 novembre, hanno votato a favore del nuovo pacchetto di restrizioni che verranno introdotte in Germania per cercare di tenere sotto controllo la quarta ondata di contagi. Tra le restrizioni più importanti che verranno introdotte un implemento del modello 2G in molte attività e l’accesso a mezzi pubblici e luoghi di lavoro solo se vaccinati, guariti o testati negativi.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Coronavirus in Germania, come siamo arrivati alla quarta ondata e cosa fare per evitare il collasso negli ospedali

In una recente intervista il famoso virologo Cristian Drosten (Charitè Berlino) ha affermato che senza una veloce imposizione delle restrizioni (a tutti) si rischia quest’inverno circa 100.000 morti da Covid19 nonostante circa il 67% sono vaccinati e si sia partiti con la terza dose che a Berlino, da giovedì 18 novembre, potrà essere fatta anche da chi ha completato il ciclo vaccinale dopo 5 mesi e non più da 6. Inoltre, stando ai dati ufficiali aggiornati a giovedì 18 novembre, la Germania ha registrato un nuovo record assoluto di nuovi contagi, con 65.371. Ma come abbiamo fatto ad arrivare a questo punto? È possibile cercare di limitare la forza di questa quarta ondata?

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

Berlino è la città tedesca degli infelici

Secondo il sondaggio tedesco Glücksatlas, Berlino risulta essere una delle città più infelici di tutto il Paese. Quest’anno, infatti, la capitale tedesca, su una scala da 0 a 10, ha raggiunto un punteggio pari a 6,2. Certamente, una delle cause dell’alto livello di infelicità all’interno della città è dovuto agli effetti della pandemia. A essere colpiti dalle conseguenze del virus sono stati soprattutto i giovani, che rappresentano la maggior parte della popolazione all’interno della città di Berlino.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

I progetti già approvati che cambieranno il panorama di Berlino nei prossimi anni

Berlino è una città frizzante e in continuo mutamento, una città all’avanguardia, sempre pronta a cogliere nuove sfide. In questo caso parliamo di sfide architettoniche. Nel corso dei prossimi anni una serie di progetti verranno realizzati sotto la direzione di celebri artisti internazionali. Gli edifici e i complessi già progettati avranno diverse funzioni, da hotel grattacielo a complessi residenziali e quartieri completamente nuovi.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

NOTIZIE DELLA SETTIMANA: STORIE DI BERLINO E DELLA GERMANIA

“Io, ricercatore brianzolo sull’intelligenza artificiale, a Berlino ho creato LifeTap, un’app per mettere tutti d’accordo”

«Sono nato in Brianza nel 1991, e per le mie origini provo una sorta di odi et amo. Scegliere di vivere nel posto dove il caso ha voluto che nascessi mi è sempre sembrato molto riduttivo, mi è sempre stato stretto. Così, appena ne ho avuto la possibilità, ho cominciato a viaggiare. E ora sono cinque anni che vivo e lavoro a Berlino, la città che ha visto nascere uno dei miei progetti più importanti: LifeTap.» Fabio Molinari è un giovane ricercatore italiano, esperto di intelligenza artificiale e attualmente dottorando presso la Technische Universität di Berlino.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

NOTIZIE DELLA SETTIMANA: GLI EVENTI E LE MOSTRE A BERLINO E IN GERMANIA

A Berlino lo spettacolo italiano “evǝ” sull’identità di genere

Siamo abituati a interpretare la realtà dividendola in categorie contrapposte: vero e falso, natura e cultura, maschile e femminile, e così via. “evǝ“, lo spettacolo che andrà in scena il 23 novembre a Berlino, ci racconta invece una storia di emancipazione da questa divisione categorica e ci porta a riflettere sullo spazio che si apre al di là della distinzione tra maschio e femmina, a chiederci, insomma, cosa sta nel mezzo. In scena infatti la storia di “evǝ”, che da piccola aveva un nome maschile, ma ne avrebbe voluto uno femminile.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

A Berlino arriva il mercatino di Natale giapponese

Il Festsaal di Kreuzberg aprirà le porte al mercatino di Natale più insolito della città: il 21 novembre infatti si terrà il JapanMarkt, il mercatino dal tema giapponese. Si tratta di un’occasione unica per godere dell’atmosfera natalizia e allo stesso tempo assaporare cibo e bevande giapponesi. Ma non è tutto, perché al mercatino ci saranno anche numerose bancarelle con oggetti d’arte e di design.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

A Berlino arriva Winterlights suggestivo spettacolo di luci a cielo aperto

Il team di DARK MATTER aprirà le porte ad un nuovo spettacolo di luci temporaneo: Winterlights, luci d’inverno. Dal 17 novembre al 23 dicembre 2021 l’installazione prenderà vita attraverso 200 abeti luminosi, che illumineranno un’area esterna di 1000 m². Gli alberi saranno disposti in varie dimensioni ed accompagnati da musica d’atmosfera per creare un’esperienza audiovisiva complessiva che si ripeterà ogni mezz’ora durante la serata. Sarà inoltre possibile gustare caldo vin brulé, punch per bambini e salsicce, anche vegane.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

A Berlino una mostra senza precedenti con opere di Giotto, Botticelli e Jan van Eyck

Ducento anni fa, nel novembre del 1821, lo stato prussiano acquistò un’enorme collezione di ben 3000 dipinti, raccolti nell’XIX secolo dal mercante inglese Edward Solly. Per l’anniversario d’acquisto della collezione, la Gemeldägalerie ha organizzato una mostra speciale: “sulla base di opere selezionate, la mostra presenta la complessità e l’ampiezza della Collezione Solly e fa luce sul cambiamento nell’apprezzamento dei singoli pezzi da vari punti di vista. In mostra ci sono capolavori, riscoperte e – come veniva chiamato nel 1830 – curiosità storiche”.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

A Berlino arriva il James Bond Live Tour show di stuntmen con esibizioni mozzafiato

Il James Bond Live Tour, show di stuntman itinerante in Europa, è arrivato anche in Germania. Tra i protagonisti in tournée anche degli italiani: tre allievi under 30 e un professionista della Stunt Gym Boutique. I 4 italiani prenderanno parte al primo spettacolo dopo la pandemia, esibendosi con performance stunt mozzafiato, accompagnate da 25 canzoni cantate e suonate dal vivo. I brani, tratti dai film di James Bond, immergeranno lo spettatore nel misterioso mondo dell’intelligence e degli agenti segreti, in un’atmosfera di azione e tensione.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

NOTIZIE DELLA SETTIMANA: LUOGHI DA VISITARE

Una visita a Schöneweide, quartiere berlinese denso di storia dove erano stati deportati molti soldati italiani

È autunno e ancora la temperatura molto mite, si passeggia piacevolmente per le vie della capitale tedesca con passi soffici attutiti dalle distese del fogliame dai magnifici coluri autunnali. Visitare Berlino può condurre anche a rivivere quelle radici comuni con la più recente e tragica storia italiana e tedesca della Seconda guerra mondiale. Lo abbiamo scoperto a Schöneweide un quartiere a sud-est della città, facilmente raggiungibile con la S-Bahn.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Sascha Unger (@sascha_unger)

Ne abbiamo scritto più approfonditamente qui

 

Immagine di copertina: Notizie della settimana da PexelsLicenza Pexels

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *