infelicità a Berlino https://pixabay.com/it/photos/ragazza-seduta-molo-banchine-1822702/ CC0

Berlino è la città tedesca degli infelici

Secondo un sondaggio la città di Berlino sarebbe una delle più infelici di tutta la Germania. A influire sul livello di infelicità ci sono anche gli effetti della pandemia

Secondo il sondaggio tedesco Glücksatlas, Berlino risulta essere una delle città più infelici di tutto il Paese. Quest’anno, infatti, la capitale tedesca, su una scala da 0 a 10, ha raggiunto un punteggio pari a 6,2. Certamente, una delle cause dell’alto livello di infelicità all’interno della città è dovuto agli effetti della pandemia. A essere colpiti dalle conseguenze del virus sono stati soprattutto i giovani, che rappresentano la maggior parte della popolazione all’interno della città di Berlino. Al contrario, nel vicino Brandeburgo il tasso di soddisfazione e di felicità risulta essere più alto.

Perché Berlino ha un tasso di infelicità più alto rispetto ad altre città

Secondo il sondaggio presentato pochi giorni fa, le persone che vivono nella città di Berlino sarebbero le più insoddisfatte di tutta la Germania. A influire sull’alto tasso di infelicità è stata anche la pandemia di Coronavirus. Infatti, le restrizioni causate dal virus hanno fortemente colpito la popolazione della città, soprattutto i lavoratori impiegati nelle attività di servizi e ristorazione. Inoltre, nonostante la categoria dei più giovani abbia generalmente un alto livello di soddisfazione nei riguardi della vita, è stata la più colpita dagli effetti della pandemia. La gran parte della popolazione della capitale tedesca è infatti composta dalla categoria giovani.

La differenza tra Berlino e lo Stato del Brandeburgo

In base allo stesso sondaggio, contrariamente a quanto risultato per Berlino, la popolazione del vicino Brandeburgo avrebbe un tasso di felicità e di soddisfazione nei confronti della vita più alto. Questo sembra essere dovuto al fatto che la maggior parte della popolazione dello Stato è composta da anziani. Infatti, secondo quanto riportato dal sondaggio, questa categoria avrebbe sofferto meno le conseguenze della pandemia, contribuendo a mantenere un livello di serenità maggiore. Tuttavia, un ulteriore elemento da tenere in considerazione riguarda il tasso di vaccinazione. Infatti, coloro che sono stati sottoposti al vaccino contro il virus, avrebbero un livello di soddisfazione nei riguardi della vita significativamente più alto rispetto a tutti coloro che, al contrario, non sono ancora vaccinati.

Leggi anche: La Germania pensa di reintrodurre i test Covid gratis, almeno uno a settimana


Immagine di copertina presa da Pixabay CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *