Babylon Berlin, ©Frédéric Batier/X Filme, Ard Degeto, Sky, Beta, hollywoodreporter.com/tv/tv-news/babylon-berlin-season-4-first-look-photo-1235015119/?fbclid=IwAR0jBYzjri6Y2Z5C_UWqBR83g-363oj5RPcsn6SUq07R-B-DFxPcTLD_Stg

Babylon Berlin: la prima foto e cosa sappiamo della quarta stagione

Sono appena finite le riprese della quarta stagione di Babylon Berlin. Tutte le novità sulla serie tv tedesca ambientata a Berlino durante la Repubblica di Weimar.

Le riprese della quarta stagione di Babylon Berlin sono ufficialmente finite. La casa di produzione della famosa serie tv tedesca, X Filme, lo ha annunciato pochi giorni fa, rilasciando la prima immagine inedita. La nuova stagione debutterà su Sky Deutschland nel 2022, ma la data non è stata ancora resa nota. Le riprese sono durate 129 giorni, e si sono svolte sia nel backlot dello Studio Babelsberg sulla Neue Berliner Strasse che in varie location in giro per la capitale tedesca, inclusa la leggendaria Karl-Marx-Allee.

La quarta stagione, composta da dodici episodi, sarà ambientata tra il 1930 e 1931. I produttori Stefan Arndt, Uwe Schott and Michael Polle hanno anticipato che racconterà Berlino nel delicato periodo di passaggio tra la Repubblica di Weimar e l’avvento del nazismo. Un momento in cui, lentamente ma senza sosta, “la Germania scivolava in un abisso”, hanno dichiarato.

Babylon Berlin, ©Frédéric Batier/X Filme, Ard Degeto, Sky, Beta, hollywoodreporter.com/tv/tv-news/babylon-berlin-season-4-first-look-photo-1235015119/?fbclid=IwAR0jBYzjri6Y2Z5C_UWqBR83g-363oj5RPcsn6SUq07R-B-DFxPcTLD_Stg

Liv Lisa Fries in Babylon Berlin, ©Frédéric Batier/X Filme, Ard Degeto, Sky, Beta da The Hollywood Reporter

Berlino fa un triste tuffo nel passato per le riprese di Babylon Berlin

Babylon Berlin è la più costosa produzione televisiva tedesca, con i suoi setting storicamente accurati e i magnifici costumi di scena. Un alto budget di sicuro ben speso, per trasportare lo spettatore nella Germania di inizio secolo scorso. Basata sui romanzi di Volker Kutscher, il poliziesco in costume segue le vicende di Gereon Rath, un commissario trasferito da Colonia a Berlino per lavorare a un caso scomodo. Nella serie la capitale è una moderna Babilonia: seduce e corrompe i personaggi con le sue tentazioni, che si misurano con l’abuso di droghe, lussuria e violenza.

Da marzo a settembre il set di Babylon Berlin ha invaso Berlino, facendole fare un triste tuffo nel passato. Scenari nazisti, vecchie automobili e ufficiali delle SA hanno fatto capolino in diversi angoli della città. Come in questa foto, in cui delle comparse in costume sono davanti al vecchio ufficio del tribunale distrettuale (costruito tra il 1896 e il 1904) a Littenstrasse.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da life_is_now (@fr._leo_berlin)

Dove eravamo rimasti?

La terza stagione di Babylon Berlin si è conclusa con il crollo del mercato azionario del 1929, la catastrofe che segnò la fine della Repubblica di Weimar. Si prospettano tempi bui. Charlotte (Liv Lisa Fries) deve affrontare la sua solitudine, e Gereon (Volker Bruch) i suoi demoni. L’ultima scena è bizzarra e potente allo stesso tempo: Gereon guarda in una grata in cui l’acqua che scorre prende la forma di una creatura inquietante, una specie di drago. Un simbolo della fine del momento di pace del commissario, che dovrà fare i conti con nuove minacce.

La quarta stagione si baserà sul romanzo di Kutscher Goldstein, e vedrà una new entry nel cast: Mark Ivanir, noto per The Good ShepherdHomeland e Away. Torneranno invece gli attori secondari Benno Fürmann, Lars Eidinger, Hannah Herzsprung, Christian Friedel, Udo Samel, Godehard Giese, Fritzi Haberlandt e Karl Markovics.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *