Berlino, da domenica accettati solo certificati di vaccinazione digitali

I certificati di vaccinazione cartacei non saranno più sufficienti per entrare nei luoghi che hanno adottato la regola 2G

Da domenica 26 settembre, il certificato di vaccinazione contro il Coronavirus dovrà essere “verificabile digitalmente”. È quello che ha dichiarato Christian Gaebler (SPD) – a capo della Cancelleria del Senato – durante la conferenza stampa di martedì 21 settembre. Questa nuova misura non implica la necessità di avere sempre con sé uno smartphone. Ciò che è necessario, infatti, è un codice QR (Quick Response). Per ottenerlo è sufficiente recarsi in farmacia presentando la carta di vaccinazione, potendo poi decidere se riceverne una copia stampata o trasferirlo sullo smartphone. Gaebler ha affermato che l’obbligo digitale si applica solo nelle situazioni in cui deve essere dimostrato uno status 2G (avvenuta vaccinazione o guarigione dal virus). Lo ha deciso il Governo rosso-rosso-verde di Berlino (SPD, Die Linke, Verdi) con un aggiornamento dell’ordinanza riguardante il Covid-19.  La decisione del Senato è stata motivata dalla volontà di essere maggiormente tutelati contro tentativi di contraffazione del certificato di vaccinazione e con lo scopo di semplificare i controlli di ammissione dove si applica la regola 2G

Oltre all’aggiornamento sul certificato di vaccinazione digitale, Berlino riduce il tempo di quarantena a 10 giorni

Berlino sta adattando le regole di quarantena alle proposte del Robert Koch Institute (RKI). Da domenica 26 settembre, coloro che sono stati in contatto con persone infette dovranno sottoporsi ad un periodo quarantena di 10 giorni invece di 14. Lo ha riferito Gaebler nella conferenza stampa di martedì. Il periodo di isolamento può essere anche ridotto. Chiunque abbia un risultato del test PCR negativo dopo cinque giorni, infatti, dovrebbe essere nuovamente autorizzato a uscire. Dopo sette giorni, invece, sarà sufficiente risultare negativi ad un test rapido per concludere anticipatamente la quarantena.

Contagi e andamento della campagna vaccinale a Berlino

Il numero di contagi nel Land di Berlino rimane a un livello relativamente basso. Il 21 settembre sono stati segnalati 429 nuovi casi, secondo gli ultimi dati ufficiali. L’incidenza ai 7 giorni – cioè il numero di nuovi contagi ogni 100.000 abitanti in una settimana – è sceso a 70,1. Per quanto riguarda i dati relativi alla campagna vaccinale, nella capitale tedesca è stato vaccinato completamente il 63,2% della popolazione.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *