Pfizer-Biontech, ok dall’UK e ora in attesa dell’approvazione UE. Con un sì iniziano le vaccinazioni

La Gran Bretagna fa da apripista alla somministrazione del vaccino Pfizer-BioNtech. È il primo Paese in Occidente ad averlo approvato.

Il Regno Unito si sta preparando ad accogliere il vaccino BNT162b2. 
50 ospedali sono quasi pronti a somministrare le 800.000 dosi in dirittura d’arrivo. Ora al vaglio degli esperti una idonea ridistribuzione del vaccino, vista la situazione di particolare emergenza data dai 60.000 infetti.
Stati Uniti e Unione Europea invece lo stanno ancora valutando, ma entro fine dicembre dovrebbero dare il via libera.
Il vaccino, che ha bisogno di due somministrazioni, ha ricevuto un ordine sostanzioso dal Regno Unito. Per ora, le dosi saranno sufficienti a coprire un terzo della popolazione britannica.

La BioNTech-Pfizer, la Moderna e l’Astrazeneca

Il direttore esecutivo della Pfizer afferma di sapere che « […] i pazienti stanno aspettando […] », ed è pronto a spedire le dosi non appena le autorizzazioni necessarie glielo permetteranno.
Intanto, sul mercato si è presentato un altro vaccino, quello proposto dall’americana Moderna. I risultati della terza fase della sperimentazione sono incoraggianti: nei casi più gravi, ha dimostrato un’efficacia del 100%.
Per essere conservato ha bisogno di una temperatura di -20 gradi Celsius, rispetto ai -70 del vaccino prodotto dalla BioNTech-Pfizer.
Le due società farmaceutiche non sono però le sole ad aver proposto un vaccino: a breve infatti, anche la società farmaceutica Astrazeneca inoltrerà la documentazione per far valutare il suo vaccino Oxford, creato dalla omonima Università. 
Adesso bisognerà solo aspettare il via libera dell’Agenzia europea per i medicinali.

Il vaccino in Germania

La Germania spera che il nuovo anno possa essere inaugurato dalla somministrazione del vaccino, prevista per gennaio.
I primi a potervi accedere, saranno il personale sanitario e i soggetti vulnerabili. Il Paese tedesco chiederà infatti fino a 100 milioni di dosi della BioNTech-Pfitzer. Il BNT162b2, dimostratosi efficace al 95%, sancisce il primo ingresso di un vaccino ad RNA sul mercato.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *