AstraZeneca: ricercatori tedeschi hanno appena rivelato di aver identificato le ragioni delle inaspettate trombosi

I ricercatori del Greifswald University Hospital affermano di aver scoperto la causa delle trombosi manifestatesi in alcuni pazienti dopo aver fatto il vaccino AstraZeneca

Come riportato da NDR 1 Radio MV, gli scienziati dell’ospedale universitario Greifswald hanno trovato la causa delle trombosi cerebrali che si sono manifestate in alcuni soggetti dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Subito dopo la notizia della sospensione delle vaccinazioni, i ricercatori hanno contattato l’Istituto Paul Ehrlich (PEI), responsabile dell’approvazione e del monitoraggio dei vaccini in Germania. Così, in collaborazione con il PEI, i medici del centro ospedaliero hanno esaminato i campioni di sangue di persone che hanno sviluppato gravi trombosi dopo aver fatto il vaccino AstraZeneca. Secondo le ricerche, il vaccino innescherebbe in alcune persone un meccanismo di difesa e un’anomala azione delle piastrine. Questo causerebbe lo sviluppo dei coaguli di sangue.

L’insolita attività delle piastrine scatenata dal vaccino AstraZeneca può essere moderata da un comune farmaco

Quando i ricercatori hanno analizzato i campioni in laboratorio, hanno scoperto che il vaccino AstraZeneca innesca un’attività inusuale delle piastrine, o trombociti. È emerso che gli stessi anticorpi prodotti dall’organismo come parte della risposta immunitaria alla vaccinazione possono legarsi erroneamente alle piastrine. Questo può causare una forte attivazione piastrinica, che a sua volta può portare alla rara trombosi sinusale. Poiché la ricerca ha prodotto risultati così chiari, è stato possibile sviluppare anche un trattamento mirato per coloro che presentano tali coaguli. Il problema potrebbe essere risolto con la prescrizione di un farmaco abbastanza comune. I ricercatori ci tengono a sottolineare che il farmaco può essere somministrato solo dopo la formazione del coagulo di sangue, in modo da contrastarne gli effetti. Perciò non può essere utilizzato come misura precauzionale.

La scoperta dei ricercatori deve essere ancora rivista

Nel frattempo la vaccinazione AstraZeneca ha ripreso il suo corso in Germania e in Europa. Secondo l’Associazione di ricerca tedesca per la trombosi e l’emostasi, se dopo il vaccino si presentano per più di tre giorni sintomi come mal di testa continuo, vertigini e/o visione compromessa, è necessario sottoporsi a controllo medico. I risultati della ricerca degli scienziati di Greifswald sono stati diffusi negli ospedali di tutta Europa, ma non sono ancora stati pubblicati su una rivista scientifica. Il lavoro dei ricercatori, che al momento sta venendo esaminato dal PEI, non è stato dunque rivisto da esperti indipendenti.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: ©Mat NapoUnsplash / CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *