Come si è preparata Berlino nel caso di sospetti di infezioni di Coronavirus

Lo Stato di Berlino ha instituito un numero di emergenza in caso di sospetti di infezioni

L’amministrazione sanitaria del Senato di Berlino ha istituito una hotline per le persone che temono di essere state infettate dal Corona Virus / COVID19. Tra le 8 e le 20 gli esperti saranno disponibili chiamando il numero di telefono 030/9028-2828. Le persone colpite possono anche contattare il pronto soccorso, il medico di famiglia o il servizio di emergenza della Krankenkasse (116117 in tutta la Germania) per chiarire la situazione. Chi appartiene a un gruppo a rischio (come gli anziani), ha visitato una regione a rischio oppure è stato a stretto contatto con qualche caso sospetto o chi soffre di tosse, febbre o fiato corto, dovrebbe, per precauzione,  evitare il contatto con gli altri e sottoporsi al test.

Le capacità della clinica

Quali sono gli ospedali disponibili in caso di emergenza? Il reparto speciale di isolamento dello stato di Berlino al Charité svolge un ruolo importante in queste epidemie. Si trova all’interno del Campus Virchowklinikum ed è il più grande del suo genere in Germania. Il Charité ha annunciato che il suo reparto di isolamento sarà utilizzato per gli individui che risultano positivi al test, a seconda dei futuri sviluppi dell’epidemia. Ci sono 20 posti letto con la possibilità di aumentare ulteriormente la capacità. Anche il Ministro della Salute Nonnemacher ritiene che il Brandeburgo sia ben preparato. All’Ernst-von-Bergmann-Klinikum di Potsdam sono generalmente disponibili 28 posti letto nel reparto di isolamento per questi casi, e anche a Cottbus ci sono procedure chiare in caso di emergenza [ctk.de]. A seconda delle esigenze, è possibile allestire fino a 165 letti separatamente dagli altri pazienti.

Cosa fare in caso di infezione

Cosa succede alle persone infette? La procedura adottata a Berlino è la seguente. Se un paziente con problemi respiratori che è stato in precedenza nell’area a rischio in Cina o che ha avuto contatti con una persona infetta entra in uno studio medico, viene isolato in una stanza separata. Gli viene somministrato un respiratore e, se appartiene al gruppo a rischio, viene sottoposto a test sia per l’influenza che per il coronavirus. La valutazione del test richiede quasi cinque ore dopo che il campione è arrivato in laboratorio tramite corriere. Finché non è chiaro se una persona classificata come caso sospetto sia portatrice del virus, l’Istituto Robert Koch (RKI) raccomanda l’isolamento in ospedale. L’interessato viene quindi sistemato in una camera singola e il personale ospedaliero deve indossare indumenti protettivi. Se il risultato del test è positivo, la persona rimane in isolamento finché non si riprende. Inoltre, le persone con cui il paziente infetto ha avuto contatti devono essere osservate per 14 giorni.

Leggi anche: Coronavirus in Germania: 16 casi, nessun panico o allarmismo

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Pixabay

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] a Berlino, non vengono prese precauzioni particolari. Quello che si sta facendo lo trovate comunque in questo nostro articolo. Impossibile fare qualcosa, oltre ad adottare il buon senso e norme igieniche che già normalmente […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *