Coronavirus in Germania: 16 casi, nessun panico o allarmismo

Tutti i casi di Coronavirus sono stati individuati e isolati in Germania. Fine della quarantena anche per le persone evacuate a inizio febbraio dalla Cina. Il governo tuttavia teme una nuova diffusione del virus dopo l’aumento dei casi registrati in Italia

In Germania i casi di Coronavirus sono rimasti invariati dalla settimana scorsa. Finora sono 16 i contagiati. 14 in Baviera e 2 dei rimpatriati dalla regione intorno a Wuhan. Infatti all’inizio di febbraio l’aviazione militare ha evacuato più di 100 cittadini tedeschi dalla Cina, i quali sono stati portati all’aeroporto di Francoforte sul Meno e tenuti sotto osservazione. Recentemente hanno lasciato la quarantena. Il caso principale è stato quello del fornitore di auto Webasto in Baviera, dove un impiegato tornato da un viaggio di lavoro ha contagiato alcuni colleghi. Il tutto è accaduto il 27 gennaio. Uno degli impiegati ha poi contagiato la sua famiglia che è stata tenuta sotto osservazione fino a poco fa. Infatti tutti i membri della famiglia dovranno uscire dalla clinica Schwabing di Monaco di Baviera a breve. Ancora sette impiegati della Webasto sono in quarantena. Durante tutto il mese di febbraio, i media tedeschi hanno continuato a dare gli aggiornamenti senza diffondere la paura di un’epidemia. Anche il governo si è mostrato moderato nelle misure di sicurezza da adottare. Un portavoce del Ministero della Salute federale ha dichiarato che finora la Germania è riuscita a isolare e curare le persone infettate dal virus Covid-19. Tuttavia il governo tedesco guarda con preoccupazione la crescita dei casi in Italia. Il Ministro della Salute Jens Spahn ha detto che ci si deve aspettare che la malattia possa diffondersi anche in Germania. Il governo ha deciso che non è ancora necessario bloccare i voli o qualsiasi tipo di trasporto da e verso l’Italia.

Nel frattempo alcuni cittadini tedeschi vengono fatti rimpatriare da tutto il mondo e tenuti sotto osservazione

Durante la notte di sabato, sei cittadini tedeschi che si trovavano sulla nave passeggeri “Diamond Princess” in Giappone sono arrivati all’aeroporto di Berlino Tegel. Le autorità sanitarie di Berlino hanno organizzato la loro assistenza. Come misura precauzionale, le persone sono state messe in quarantena domestica. Circa 30 cittadini tedeschi che si trovavano sulla nave passeggeri “MS Westerdam” in Cambogia sono atterrati all’aeroporto di Amsterdam nei Paesi Bassi venerdì mattina presto. Anche loro sono stati messi in quarantena domestica. Altri 15 tedeschi sono atterrati all’aeroporto di Stoccarda venerdì. Avevano soggiornato nella provincia cinese di Hubei o nella città di Wuhan e saranno alloggiati in isolamento in un hotel a Kirchheim unter Teck per precauzione.

La situazione in Italia è cambiata nel giro di pochi giorni

Al momento l’Italia è il terzo paese al mondo per numero di casi di Covid-19 dopo la Cina e la Corea del Sud. Durante la scorsa settimana il numero dei casi è aumentato vertiginosamente e si è arrivati a circa 230 casi. Finora le vittime sono 6 e sono tutte persone anziane. Ancora non è chiara l’identità del paziente zero, colui che ha fatto partire il contagio. Nel frattempo, il picco dell’epidemia a Wuhan sembra essere finito. Il numero di nuovi casi sta diminuendo, ha detto il presidente della RKI Wieler. In Cina il totale è di 77345 contagi e 2593 vittime.

Leggi anche: Coronavirus: chi torna dall’Italia verrà sottoposto a controlli in Germania

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Picture: screenshot from Youtube 

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Leggi anche: Coronavirus in Germania: 16 casi, nessun panico o allarmismo […]

  2. […] Leggi anche: Coronavirus in Germania: 16 casi, ma nessun panico o allarmismo […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *