«A Berlino gli unici in giro sono in fila per donare il sangue. Celebriamo loro e non gli ignoranti»

Un tweet di un berlinese mostra come i suoi concittadini stiano seguendo l’aut aut della Merkel e escano solo per cose importanti

«Oggi ho pedalato per metà città e l’unico gruppo di persone che ho visto in giro è in attesa davanti al bus per la donazione di sangue ad Alexanderplatz.  Questa immagine non è forse un simbolo molto più chiaro dell’attuale solidarietà sociale rispetto ai celebranti ignoranti?» . Il pensiero è di Peter Broytman espresso stamattina con un tweet già ripreso da migliaia di persone. Accanto al testo c’è l’immagine di una coda di gente, ognuna a distanza di sicurezza, che sotto il cavalcavia di Alexanderplatz aspetta il proprio turno per donare il propio sangue al Blutspendebus.

Altre immagini di Berlino oggi

Le parole della Merkel e la decisione di oggi

La Baviera è in quarantena da oggi, mentre nel tardo pomeriggio odierno è attesa la decisione del governo federale per attuare, o da domani o da lunedì, un coprifuoco simile a quello italiano, spagnolo, francese e belga. Da quanto fatto intendere dalla Merkel i tedeschi sono in una sorta di “periodo prova”. Se rispetteranno l’invito a non uscire se non per ragioni improrogabili non sarà attuata nessuna ulteriore misura restrittiva oltre a quelle già vigenti.

La Germania ormai è una delle nazioni più colpite al mondo dal Coronavirus. Oltre 700 casi a Berlino

Secondo i dati della mappa interattiva disponibile sul Morgenpost, in Germania si sono verificati circa 19865 casi e 68 decessi di Coronavirus/Covid-19. Circa 5000 casi sono stati confermati ieri. Di questi 180 sono stati dismessi dall’ospedale o dalla misura di quarantena domiciliare. Tra i decessi c’è stato il  primo a Berlino. La maggior parte è concentrata nella Renania Settentrionale-Vestfalia dove sono arrivati a 6300, nella Baviera (oltre 3000) e nel Baden-Württemberg (oltre 3500). Nel resto del Paese nei Länder non si registrano più di 1000 casi tranne che nella Renania Palatinato. Le città più colpite sono Amburgo che ha superato i 650 casi e Berlino che è arrivata 730. Nella capitale tedesca le zone in cui si sono verificati più casi sono Mitte (114) e Wilmersdorf-Charlottenburg (91). I dati per la capitale sono forniti dal Landesamt für Gesundheit und Soziales (LAGeSo) e sono disponibili sul sito Berlin.de. Recentemente abbiamo elencato le strutture e i numeri ai quali rivolgersi in caso di un sospetto contagio a Berlino.

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

1 commento
  1. Federica
    Federica dice:

    Tutto molto bello, peccato che in Germania si parla di ” donazione ” di sangue a pagamento! Quei tizi non stanno propriamente donando il sangue ma vendendolo, a differenza di cosa accade in Italia dove effettivamente c’è stato un grande gesto di solidarietà e le persone stanno uscendo per donare il proprio sangue.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *