La Tesla darà 100 milioni di € al Brandeburgo in garanzia

Gigafactory di Elon Musk a Berlino-Brandeburgo: l’impianto di produzione di veicoli elettrici aprirà i battenti nel 2021?

L’azienda statunitense Tesla effettuerà un deposito cauzionale di 100 milioni di euro al Land del Brandeburgo. Il progetto, infatti, rischia lo smantellamento. La costruzione dello stabilimento è stata più volte interrotta a causa di una forte opposizione dei gruppi ambientalisti, che hanno contestato i progetti di Elon Musk. Il 15 gennaio 2021 è la data di scadenza fissata per il pagamento che, tuttavia, risulta ancora in sospeso. Una prima battuta di arresto si è verificata a febbraio 2020 su richiesta del tribunale del Land di Brandeburgo, poiché la mancanza delle necessarie autorizzazioni ha congelato il progetto. A dicembre 2020, inoltre, il tribunale amministrativo di Frankfurt am Oder ha bloccato il disboscamento di ulteriori 82,9 ettari per la costruzione della Gigafactory.

L’allarme sulle conseguenze per l’ambiente

Non è ancora chiaro quando e se l‘Agenzia Statale per l’Ambiente di Brandeburgo approverà la costruzione della fabbrica Tesla. Il Ministro dell’Ambiente Axel Vogel, infatti, ha dichiarato di non sapere quando sarà presa la decisione finale, dato che l’Agenzia rivolge un’attenzione scrupolosa ai dettagli. Nell’area destinata allo stabilimento, sono già stati ripuliti circa 120 mila metri quadrati, l’equivalente di 150 campi da calcio. L’azienda Tesla dovrà inoltre preoccuparsi delle conseguenze sulla fauna, ricollocando lupi, serpenti e lucertole. Riguardo al disboscamento, comunque Tesla si difende e promette di piantare un numero di alberi tre volte superiore rispetto a quelli abbattuti.

Il progetto del nuovo sito Tesla

L’area scelta per la Gigafactory risiede nella municipalità di Grünheide, nei pressi del Parco industriale GVZ Berlin-Ost Freienbrink. Lo stabilimento coprirà 300 ettari di terreno. La fabbrica sarà la più importante del mondo e produrrà fino a 500 mila veicoli all’anno, tra Model 3 e Model Y. L’impianto produttivo entrerà in concorrenza con i brand tedeschi, come BMW, Audi, Mercedes e Volkswagen, in un periodo in cui le auto elettriche stanno godendo di un grande aumento nelle vendite. Il piano di investimento di Elon Musk è di circa 4 miliardi di euro. Inoltre, la costruzione del sito favorirà la nascita di 12.000 posti di lavoro.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: © Tesla

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *