Berlino, il sindaco Müller promette primi allentamenti di restrizioni dal 3 marzo

A Berlino il sindaco annuncia un piano per allentare le restrizioni. Müller presenterà un piano di riapertura graduale entro il 3 marzo

Il sindaco in carica di Berlino Michael Müller (SPD) intende presentare un piano per allentare le restrizioni prima della prossima conferenza tra Governo federale e Länder all’inizio di marzo. «Deve esserci un approccio graduale che possa essere utilizzato anche come orientamento a lungo termine», ha affermato il politico dell’SPD su ZDF “Berlin direkt”. Il Senato di Berlino aveva già presentato all’ultimo vertice un documento di discussione che suggeriva aperture graduali. Oltre all’incidenza, occorre tener conto anche di “fattori dinamici” come il numero di riproduzioni, la capacità di letti per la terapia intensiva e il tasso di vaccinazione.

Aperture per le vacanze pasquali: «penso che sia troppo presto per dirlo», afferma Müller

Anche altri stati come la Bassa Sassonia o lo Schleswig-Holstein hanno redatto documenti simili. E in merito alle vacanze pasquali, il Primo Ministro della Sassonia Michael Kretschmer (CDU) ha dichiarato che pensa che non sarà possibile muoversi più di tanto quest’anno. Michael Müller ha però risposto: “Non lo condivido a tutti i livelli. E penso che sia troppo presto per dirlo”. A differenza di Kretschmer, Müller ritiene quindi che le vacanze di Pasqua siano possibili. Tuttavia, le parole del sindaco di Berlino non tranquillizzano l’industria del turismo. L’assenza di turisti anche a Pasqua preoccupa molti albergatori di Berlino. “Ovviamente c’era speranza per aprile, ma adesso viene meno”, ha affermato Thomas Lengfelder, amministratore delegato della German Hotel and Restaurant Association.

Strategia di riapertura secondo il Senato

Il Senato di Berlino aveva già presentato un documento di discussione in occasione dell’ultimo vertice, che proponeva aperture graduali partendo da un’incidenza di sette giorni di 35, 20 e 10. Nel documento non si esprime apertamente un “piano di apertura”, hanno detto i circoli del Senato. Il paper prevede infatti la prosecuzione del lockdown per tutto il mese di febbraio. E secondo il Senato, una estensione delle misure esistenti è necessaria “per ottenere una riduzione sufficientemente significativa degli incidenti a livello nazionale”. Tuttavia, la volontà del Senato è quella di ritornare ad aprire scuole e asili nido. Per la riapertura del settore educativo non è stata specificata una data, ma il settore è sotto la voce “prospettiva a breve termine”. Si delinea una strategia di apertura anche per cultura, gastronomia, vendita al dettaglio e strutture turistiche.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Rotes Rathaus Berlino ©Tomasz Baranowski da Flickr CC2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *