Il sindaco di Berlino ammette errori nella gestione della riapertura delle scuole

Il mea culpa di Michael Müller per quanto riguarda la gestione della comunicazione sulla parziale riapertura delle scuole berlinesi da gennaio

Nonostante il prolungamento del lockdown fino al 31 gennaio (anche se si sta proponendo di allungarlo di almeno 2 mesi) – con relativa chiusura delle scuole di ogni ordine e grado – il Senato di Berlino ha deciso comunque di riaprire, parzialmente, alcune scuole a partire dall’11 gennaio. Durante un’intervista rilasciata a rbb lunedì, Muller ha però ammesso gli errori commessi nella gestione della riapertura degli istituti, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto comunicativo. «Prima di tutto dobbiamo ammettere che non è andata bene e abbiamo commesso degli errori nella comunicazione» ha affermato il sindaco. «È stata data l’impressione che tutte le scuole a Berlino aprissero da oggi (lunedì 11 gennaio n.d.r.) andando contro le decisioni prese. Ma non è affatto così. C’è stata molta confusione, molti genitori e insegnanti erano preoccupati del fatto che molte persone si sarebbero riunite all’interno di un’aula scolastica» ha continuato il sindaco.

Cosa prevede realmente il graduale piano di riapertura delle scuole di Berlino

In realtà, da lunedì 11 gennaio, solo gli alunni dei gradi dal 10 al 13 ritorneranno a frequentare le classi in presenza,e nemmeno tutti. Gli alunni presenti in aula verranno, infatti, dimezzati, e alterneranno lezioni in presenza e didattica on-line. Per gli studenti che devono conseguire il diploma, secondo Muller, «è importante ritornare in classe semplicemente perchè devono avere una certa preparazione prima di affrontare gli esami. Volevamo dimostrare come avrebbe potuto essere un graduale ritorno in aula, partendo dalle classi superiori (10-13), per poi passare dai gradi dall’1 al 3 e, infine, dal 3 al 6». Stando al calendario pubblicato sul sito ufficiale della città di Berlino i ritorni in aula sono così scaglionati:

  • 11 gennaio: anni 9, 10, 12, 13 ( ISS; Gemeinschaftsschulen); anni 10, 11, 12, 13 (Gymnasien)
  • 18 gennaio: anni da 1 a 3 delle scuole primarie
  • 25 gennaio: anni da 4 a 6
  • 8 febbraio: tutte le scuole possono riprendere le lezioni, sempre con classi dimezzate

La situazione dei contagi e dei decessi a Berlino

Secondo i dati del Robert Koch Institut, aggiornati a martedì 12 gennaio, a Berlino nelle 24 ore precedenti si sono registrati 1.036 nuovi contagi. I decessi sono stati, invece, 26. Preoccupante anche il dato di infezioni ogni 100.000 abitanti, 187,3. Stando a quanto deciso da Governo federale e Länder, se questo ultimo dato arriva a 200, dovrebbe scattare il divieto di spostamento dal proprio comune in un raggio di 15 chilometri.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *