Quarantena? A Berlino casi di contagio nei celebri club Kater Blau e Tresor

La pericolosità del virus colpisce la vita notturna di Berlino che fino la settimana scorsa ha mantenuto regolarmente i suoi ritmi

Tresor e Kater Blau: ambedue i club della capitale tedesca sono stati visitati da persone positive al Covid-19 nel weekend del 6 e 7 marzo. Il Tresor il 7 marzo è stato visitato da un uomo di nazionalità brasiliana poi risultato infetto. Il dipartimento sanitario ha già avvertito una dozzina di suoi contatti, ma vuole che la notizia arrivi a tutti i visitatori del celebre club di Mitte quella sera. Stesso discorso per il Kater Blau. Il dipartimento sanitario Friedrichshain-Kreuzberg ha riportato un caso confermato di Covid-19 durante il party del Kater Blau, tra il 6 e il 7 marzo. Un clubber, di cui non si conoscono le generalità e non si sa se avesse già sintomi prima dell’entrata nel club, è risultato positivo al test. Il Club sulla sua home page, sta invitando chiunque abbia partecipato al party di restare a casa e seguire la procedura. Il Kater Blau sta cercando di aiutare le autorità e di rendere più comprensibili casi sospetti o catene di infezione. Attualmente il numero ufficiale di contagiati a Berlino è di 283 persone.

Cosa fare se si è stati nei due club

Chiunque sia stato nei club citati deve informare il dipartimento sanitario tramite l’e-mail messa a disposizione, coronakontakt@ba-fk.berlin.de, segnalare il proprio indirizzo di residenza all’ufficio in modo che siano messi in contatto direttamente con gli operatori medici del proprio distretto.

Rispetto alla corsa del virus, le prime disposizioni di chiusura dei locali e le varie limitazioni sono arrivate solo sabato 14 marzo

Il senato di Berlino ha deciso solo sabato pomeriggio che tutti gli eventi pubblici e non pubblici con almeno 50 partecipanti sono ora vietati. Bar, club, sale giochi, casinò, fiere, negozi di scommesse e società simili potrebbero non essere più aperti al pubblico. Molti dei grandi club della capitale tedesca, come ad esempio il Berghain, avevano già chiuso i battenti venerdì scorso. Lo stesso Kater Blau aveva comunicato la chiusura e la conseguente cancellazione delle serate. Il weekend che si è appena concluso è stato uno dei weekend più silenziosi degli ultimi anni. A dare man forte agli organizzatori dei club, ai club e ai clubber, ci sono anche gli artisti che sui loro profili social invitano a restare a casa. 

Le decisioni prese finora in Germania per limitare il diffondersi del Covid-19

A Berlino il sindaco Michael Müller ha adottato alcune misure per tentare di contenere l’espandersi dell’epidemia. Sono costretti a chiudere bar, ristoranti, discoteche, club, piscine e palestre che non assicurino una distanza di un metro e mezzo tra i tavoli. Invece, per quanto riguarda tutte le istituzioni culturali è stata annunciata la chiusura totale. Al contrario da quanto precedentemente annunciato, invece, il trasporto pubblico non subirà alcuna limitazione. Anche Colonia, città che si trova nel Land della Renania Settentrionale Vestfalia, il più colpito dai contagi con 1407 casi, ha adottato le stesse misure di Berlino. Daniel Gunther, governatore del Land Schleswig Holstein ha annunciato che verranno chiuse ai turisti tutte le isole tedesche nel Mare del Nord e nel Mar Baltico. Nonostante l’emergenza, le elezioni comunali in Baviera del 15 marzo si sono svolte regolarmente. 

Leggi anche: Anche a Berlino ora i supermercati hanno gli scaffali vuoti

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Screenshot from YouTube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *