L’87 % dei tedeschi è d’accordo con l’accogliere migranti

In barba alle divisioni nei partiti politici, l’87% dei tedeschi sostiene l’accoglienza dei migranti

Più della maggioranza dei tedeschi si schiera per l’accoglienza dei migranti. Per la precisione si tratta dell’87%. Quattro su dieci degli aventi diritto al voto (43% circa) sostiene l’accoglienza dei migranti del campo profughi Moria. Il 44%, invece, aprirebbe loro le porte della Germania, a patto che tutti gli Stati dell’Unione Europea facciano lo stesso. Uno su dieci, infine, è totalmente contrario all’idea. Sono i dati che emergono dal recente sondaggio effettuato dall’ente radiotelevisivo ARD.

Meno omogenee le posizioni dei vari partiti politici. Come precisa il magazine Iamexpat, a sostegno di un’accoglienza incondizionata dei migranti sono soprattutto i Verdi e il partito Die Linke. Favorevole anche CDU purché si tratti di un progetto condiviso a livello europeo. Restano divisi sul tema, invece, SPD e FDP. Molto controverso l’atteggiamento del partito di estrema destra AFD. Lo scorso venerdì il rappresentante federale di AFD, Gottfried Curio, ha definito i migranti in questione dei piromani. Di conseguenza, va categoricamente negata ogni forma di accoglienza. Secondo le statistiche, prosegue Iamexpat, queste dichiarazioni non sono condivise all’interno del partito stesso. Anche per la metà dei sostenitori di AFD, infatti, i migranti andrebbero accolti come parte di una strategia condivisa a livello europeo. I dati raccolti sottolineano l’importanza della delicata questione migranti nell’opinione pubblica.  Le catastrofiche condizioni dei migranti ospitati nel fatiscente campo profughi greco di Moria sono da molto tempo al centro di accese discussioni. Progettato per contenere non più di 3000 persone, sono almeno 12.000 quelle attualmente ospitate. Ad alimentare il dibattito è stato il devastante incendio che il 9 Settembre ha quasi del tutto raso al suolo campo. Un incendio molto probabilmente doloso, appiccato soprattutto a seguito del Lockdown scattato a causa della pandemia. Tuttavia, il caso è ancora oggi oggetto di indagini.

L’accoglienza dei migranti deve essere effettuata il più velocemente possibile

Non c’è più tempo da perdere. Per quanto le linee politiche restino divise, la Germania pianifica di accogliere circa 1.553 profughi. Tra questi soprattutto famiglie con minori. Come precisa la Die Zeit, per migliaia di migranti e bambini è già la quarta notte passata fuori, per strada. Per organizzazioni statali ed associazioni umanitarie si tratta di una corsa contro il tempo. Si cerca disperatamente di distribuire acqua e cibo. L’allestimento di un campo provvisorio, infine, va completato entro sabato. Questo, precisa il rappresentante del Ministro greco per la migrazione Georgios Koumoutsakos, faciliterebbe la gestione delle risorse. Questa soluzione, però, spaventa i migranti, convinti che il campo provvisorio sia l’anticamera del rimpatrio. Il presidente ONU Antonio Guterres, inoltre, twitta l’urgenza di condurre stabilmente su terraferma i numerosi senza tetto bloccati sull’isola di Lesbo.

L’eco del “wir schaffen das”: comuni e città tedesche si preparano all’accoglienza dei migranti

Ancora una volta la Germania conferma il proprio contributo alla catastrofe del campo profughi di Moria. E le comunità tedesche non sembrano temporeggiare. Numerosi i comuni già al lavoro per accogliere migranti. 50 i posti messi a disposizione dallo Stato della Renania-Palatinato, 300 a Berlino. Intenzionata ad accogliere 5000 profughi, la Turingia ha dovuto compiere un passo indietro a causa dell’opposizione. L’ultima parola, dunque, al Ministro degli Interni. C’è tanto spazio a disposizione nelle varie strutture d’accoglienza a loro volta utilizzate nel 2015 per lo stesso scopo. Ad oggi, conferma Ulrich Silberbach presidente della DBB, la maggior parte di quei migranti ha un proprio appartamento. Altri, invece, si sono trasferiti altrove. In quell’occasione ben 900.000 richiedenti asilo trovarono accoglienza in Germania. Circa 140.000 le pratiche d’accoglienza concluse negli scorsi anni. Un’esperienza, prosegue la Die Zeit, che ha consentito ai cittadini tedeschi di instaurare un approccio migliore con i migranti. A seguito dell’incendio che ha devastato il campo Moira, sono circa 150 i minori non accompagnati da accogliere. Su proposta di altri stati europei, questi numeri salgono a 400. Per il Ministro dello sviluppo Gerd Müller bisogna fare di più.

Leggi anche: La Germania si prepara a 96.2 miliardi di debito nel 2021. “Non fare nulla sarebbe peggio”

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay -© Burakaslan/ 8 CCO

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *