Kesselhalle, dentro al Berghain un’eccezionale installazione acustica

“Eleven Songs – Halle am Berghain” è il titolo della nuova installazione sonora progettata dal duo “tamtam”, composto dagli artisti Sam Auinger e Hannes Strobl

L’atmosfera è piuttosto tetra nella vecchia Kesselhalle del Berghain, all’interno del quartiere di Friedrichshain. Si entra da una porta pesante e ci si ritrova proprio al centro della sala monumentale nel seminterrato. L’illuminazione è quasi assente, non c’è nessun segnale di indicazione. Un leggero ronzio ricorda ricorda il suono di un camion in partenza, piano piano si fa più forte… Si inizia!  L’installazione acustica dal titolo “Eleven Songs – Halle am Berghain”, progettata dal duo “tamtam”, consiste in un’alternanza di suoni che ricordano rombi, sibili, cinguettii e tuoni. Le 24 casse sono disposte in tutta la sala, alcune giacciono sul pavimento con gli altoparlanti rivolti verso il basso. Tutto questo avviene su entrambi i piani, in modo da poter camminare per tutto il perimetro dello storico clucontinuando ad ascoltare la musica. All’interno sono ammesse 50 persone alla volta.

L’obiettivo: “aprire un dialogo uditivo con le qualità atmosferiche del luogo”

Gli artisti vogliono “fondere suono e spazio”, “aprire un dialogo uditivo con le qualità atmosferiche del luogo” e “trasformare l’intera sala in uno strumento”. La sala, per l’appunto: tanto cemento, fascino industriale e pilastri alti 20m. Gli altoparlanti invisibili  si appendono e si impigliano nella stanza come sottili fili, incontrano la colossalità della costruzione, si trasformano in centrali elettriche quasi fisicamente percepibili, cercano armonie, per poi ripiegarsi in dissonanza e trasformarsi di nuovo in eufonia.

Chi sono gli artisti

Il duo “tamtam” è attivo nella ricerca artistica sul tema ” lo spazio vitale urbano” da più di 10 anni. Questa viene eseguita in due modi: con la produzione di pezzi radiofonici e spettacoli, realizzati attraverso registrazioni sul campo e negli studi cittadini; con installazioni sonore che narrano del rapporto tra lo spazio architettonico e un evento acustico al suo interno. Attraverso le piccole pause tra le “canzoni”, Carsten Seiffarth racconta chi sono i due artisti. Sam Auinger è noto per aver catturato il suono della grande città e per averlo trasformato in architettura. Il suo collega Hannes Strobl dimostra di essere un maestro del basso e del contrabbasso.

Eleven Songs – Halle am Berghain

dal 15 luglio al 02 agosto 2020
Halle am Wriezener Bahnhof, 10243 Berlin
dal mercoledì alla domenica, dalle 14 alle 20
Ingresso: 8 Euro, ridotto 5 Euro

Leggi anche:  Il video di Berlino nel lockdown firmato da Sven, il bouncer del Berghain

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Screenshot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *