Missincat con Federico Albanese (special guest): al Berghain il concerto italiano, ma dal sapore molto berlinese

Due dei nostri maggiori talenti della musica contemporanea in concerto assieme a Berlino

Italia? Sì, ma di quella che si fa apprezzare – e molto – all’estero, forse più che nel nostro Paese. È quella rappresentata da Missincat, milanese che dal 2007 vive a Berlino e che da allora si è conquistata stima e affetto del pubblico residente in Germania con ben tre album di sofisticato pop, rigorosamente cantato in inglese (tranne rare eccezioni come la collaborazione con Dente per la canzone Capita). L’ultimo, Wirewalker, è stato ben recensito da rock.it che nel descriverlo ha scritto: “..ogni canzone il disvelamento di un pezzo di sé, in un cammino fatto di passi decisi e delicati come la sua voce, che sa essere infantile e adulta, forte e vellutata, danzare senza mai perdere il tempo e l’espressività sulle note di un pop gioioso nella sua sottile malinconia, intimista e arioso. Brani che oscillano senza mai cadere fra la dimensione del sogno e del gioco e la concretezza di arrangiamenti moderni e sofisticati che ne fanno un “prodotto” dalle ambizioni internazionali”.

[adrotate banner=”34″]

Missincat e il concerto di Berlino

Oltre ai tre album, lo scorso autunno Missincat ha anche pubblicato un EP. Si intitola Forces e si compone della collaborazione con cinque Hundreds, Me and My Drummer, La Boum Fatale, Federico Albanese e Robot Koch. Per Music Tracks si tratta di: “Un’ottima prova che conferma la sensibilità già nota di Missincat, mettendola però al servizio di brani piuttosto diversi per origine e composizione”. Sulla scia dell’EP il 2018 di Missincat inizia con il proseguo di un tour iniziato a settembre a Lipsia e ora pronto a passare prima per Rostock (il 25 gennaio), poi a Berlino (il 26) e per tante altre città tedesche (più sotto tutti i dettagli). Il concerto di Berlino è piuttosto particolare sia per la location (la Kantine am Berghain, la venue dei concerti del celebre club techno) che per il fatto che quattro dei musicisti/band che hanno collaborato all’EP saranno presenti sul palco. Insomma, è un vero peccato perderselo.

Le guest della serata: Federico Albanese, Hundreds, e La Boum Fatale

Missincat si avvarrà di ospiti di prim’ordine. Tra i nomi spicca quello di Federico Albanese, milanese, pianista e compositore di musica classica contemporanea, già autore di due album. The Blue Hour, che lo ha portato a un tour internazionale caratterizzato da diversi tutto esaurito e recensioni entusiaste su diverse testate giornalistiche nazionali e internazionali. “Un grande album” ha scritto Rolling Stones tributandogli 4 stelle su 5. Per Deutschland Radio Kultur la sua è “una musica a metà tra Brian Eno e Ludovico Einaudi”. Vive a Berlino dal 2014, anno del suo primo album solista The Houseboat and the Moon. Oltre a lui, sul palco, ci saranno i La Boum Fatale, duo di electronica, house e garage e gli Hudreds, altro duo tedesco, stavolta di electropop. Ad aprire invece ci sarà la berlinese Charlotte Brandi ovvero Me And My Drummer.

Missincat Forces Tour

Forces, le prossime date del tour

25.01.18 Rostock – Mau
26.01.18 Berlino – Kantine am Berghain
27.01.18 Halle – Objekt 5
29.01.18 Amburgo – Nochtwache
31.01.18 Dresda – Altes Wettbüro
01.02.18 Monaco – Orangehouse
02.02.18 Augsburg – Soho
03.02.18 Colonia – Wohngemeinschaft
04.02.18 Offenbach – Hafen

[adrotate banner=”34″]

Missincat in concerto

Venerdì 26 gennaio

entrata alle ore 20:00 alle ore 0:00

Special Guests: Hundreds, Federico Albanese + La Boum Fatale

Apertura: Charlotte Brandi aka Me And My Drummer

presso la Kantine am Berghain

Am Wriezener Bahnhof,

10243 Berlino

Evento Facebook

Biglietti a 12 € acquistabili qui:

www.koka36.de/missincat_ticket_90345.html

o alla cassa salvo sold-out

[adrotate banner=”39″]

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

 

Nella foto di copertina: scatto informale di Missincat e Federico Albanese autorizzata da Missincat

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *