Germania, la Daimler riaprirà a brevissimo le fabbriche

Daimler riaprirà le fabbriche tedesche dal 20 aprile. Orario ridotto per i dipendenti e forti cambiamenti per la maggior parte della produzione

Dal 20 Aprile il produttore Mercedes-Benz Daimler prevede di riaprire le fabbriche in Germania, dopo un’interruzione di una settimana a causa della pandemia Covid-19. Mercoledì il gruppo ha fatto sapere che la riapertura interesserà le fabbriche automobilistiche tedesche e le fabbriche di furgone di Sindelfingen e Brema. “In alcune fabbriche selezionate, stiamo implementando un riavvio coordinato della produzione”, si legge nella nota della casa automobilistica. I provvedimenti restrittivi sono previsti fino al 19 Aprile (se non prorogati) e Mercedes-Benz non ha intenzione di perdere un giorno in più. Daimler ha comunicato di aver ridotto l’orario (le ore più brevi sono conosciute in tedesco come Kurzarbeit) ai suoi dipendenti fino al 30 aprile. Una scelta questa che inciderà “sulla maggior parte della produzione…oltre che sull’amministrazione”.  Il capo delle finanze del gruppo, Harald Wilhelm, ha fatto sapere che “l’impatto economico complessivo non può ancora essere valutato con certezza”. Nel primo trimestre, le vendite mondiali Daimler sono crollate del 15% su base annua. Le sole auto Mercedes-Benz hanno registrato un calo del 20% in Cina e del 16% in Europa. Nonostante il coronavirus “incida pesantemente sulle vendite globali”, il gruppo Daimler ha le spalle abbastanza larghe da reggere il colpo.

Anche altre case automobilistiche iniziano a prendere provvedimenti in seguito alle restrizioni del governo

La rivale di Daimler, BMW, ha fatto sapere che prolungherà la produzione fino al 30 aprile nonostante inizi a vedere “i primi segni di rimbalzo” in Cina, come ha comunicato il capo vendite Pieter Nota. Volkswagen ha fatto sapere che “ulteriori dettagli sulle modalità di funzionamento sono previsti dopo Pasqua”. Mentre le fabbriche europee Ford restano in attesa fino al 4 maggio. In tutti i paesi europei le vendite di auto sono crollate a marzo in seguito alle diverse restrizioni per limitare il contagio da coronavirus. Gli esperti prevedono un mese di aprile ancora peggiore. L’agenzia di rating Moody’s prevede una contrazione del 14% nel mercato automobilistico globale per l’intero 2020. Il direttore delle vendite di Mercedes-Benz, Britta Seeger, fa sapere che, al contrario, in Asia sembrerebbe esserci una “significativa crescita della domanda”, in particolare in Cina e Corea del Sud.

La crisi economica intaccherà anche la Germania

Gli affari in Germania stanno subendo un duro colpo con la pandemia Covid-19. Si prevede una riduzione di quasi il 10% dell’economia tedesca nel secondo trimestre, nonostante quella tedesca sia la più “forte” in Europa. Il governo ha previsto un pacchetto di salvataggio da 1,1 trilioni di euro per attutire il colpo ad aziende e dipendenti. Il pacchetto comprende, tra le altre cose, garanzie statali ai prestiti per le imprese e un accesso facilitato ai benefici per i lavoratori con orario ridotto. Ma importanti istituti di ricerca fanno sapere che nonostante queste misure senza precedenti la pandemia ha lasciato un segno indelebile nel mercato del lavoro.

Leggi anche: La Germania chiede di produrre mascherine a chiunque sia in grado

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *