Germania, i lavori più ricercati nonostante la pandemia

L’emergenza sanitaria e le conseguenze nel mondo del lavoro: alcune professioni sono ancor più ricercate

La pandemia da Coronavirus ha sconvolto la vita di tutti, nessuno escluso, portando insicurezza ed incertezza verso il futuro. Le ripercussioni dell’emergenza sanitaria si focalizzano maggiormente nel mercato del lavoro, già precario. Il Governo, in Germania, è intervenuto prontamente stanziando miliardi di euro per aiutare aziende e privati di diversi settori, tentando di prevenire i molteplici fallimenti previsti. L’Istituto dell’Economia tedesca di Colonia (IW) ha condotto uno studio riguardante il numero di posti che non possono essere coperti in Germania. Nonostante il periodo di crisi, in media tra giugno 2019 e giugno 2020, a livello nazionale mancavano 324.731 professionisti.

L’ ambito della sanità è quello in cui si registrano maggiori carenze: medici, infermieri e soprattutto figure dedite alla cura delle persone, in particolare bambini ed anziani. Solamente per gli operatori sanitari la domanda è aumentata del 34%, mentre la domanda di medici è aumentata del 31%.

Il lavoro più in voga del momento è lo sviluppatore di software: la carenza di informatici in Germania non è una novità, la tedesca Bitkom ha affermato il moltiplicarsi dei posti vacanti.
Sabrina Zeplin, direttrice del sito Xing, conclude che lo sviluppatore di software sia il lavoro di tendenza dell’anno. Su tale base, Zeplin si basa su una valutazione della sua azienda che presenta oltre 20 milioni di annunci di lavoro.

La classifica di LinkedIn in tempi di crisi da COVID-19

LinkedIn, la famosa piattaforma lanciata da Microsoft nel 2003, fornisce un efficiente servizio di collegamento fra domanda ed offerta di lavoro. La grave crisi dettata dalla pandemia che ha colpito il mercato del lavoro a livello globale è oggigiorno un problema assai diffuso. LinkedIn, tramite uno studio, ha stilato una top ten delle professioni più ricercate del momento.
1. Softwer Developer;
2. Sales Representative;
3. Project Manager;
4. IT Administrator;
5. Customer Service Specialist;
6. Digital Marketer;
7. IT Support/Help Desk;
8. Data Analyst;
9. Financial Analyst;
10. Graphic Designer.
Elenco quasi prevedibile data la situazione attuale: in concomitanza con il lockdown la maggior parte degli e-commerce hanno aumentato notevolmente le vendite. Ciò ha portato ad una crescita dei settori interessati.

Corona-Virus: Kurzarbeitergeld möglich

In Germania preventivamente, dal 28 febbraio scorso, l’Agentur für Arbeit, l’Agenzia del Lavoro, ha condiviso le linee guida di un documento per aiutare imprenditori e dipendenti al fine di evitare i licenziamenti. Si tratta semplicemente della possibilità di ricorrere alla “cassa integrazione statale” per compensare le ore di lavoro perse. Ovviamente questo può essere richiesto solo nel caso in cui l’attività dell’azienda sia costretta ad interrompersi o sia limitata da parte di un decreto governativo.  Lo Stato copre circa il 60% dello stipendio, il 67% se si ha un figlio a carico.
Leggi anche «Dal diritto d’autore e societario alla tutela del lavoro: il mio lavoro di avvocato (italiano) a Berlino»

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *