Nonostante gli aiuti alle imprese, la Germania si aspetta più di 3milioni di licenziamenti entro l’autunno

A causa del Coronavirus è aumentato il tasso di disoccupazione in Germania

L’economia tedesca sta soffrendo dopo che la vita pubblica è stata chiusa a marzo nel tentativo di bloccare la diffusione di Covid-19. Ciò sta avendo un impatto sempre maggiore sul mercato del lavoro. Detlef Scheele, capo dell’Agenzia Federale per il Lavoro, ha dichiarato allo Spiegel martedì si aspetta che, quest’estate, la disoccupazione colpirà più di tre milioni di persone. Tuttavia i dati più recenti hanno mostrato che il numero delle persone disoccupate non è aumentato in maniera così notevole, nonostante sia salito attorno ai 2.8 milioni, ovvero al 6,1 % nel mese di maggio. Si tratta di 169.000 unità in più rispetto al mese di aprile e ben 577 mila in più rispetto allo scorso anno. Un anno fa infatti, nell’aprile 2019, appena il 4,9 per cento delle persone era senza lavoro. È il tasso più basso dal momento della riunificazione della Germania 30 anni fa. Anche il numero di sottoccupati (coloro che non hanno abbastanza lavoro retribuito o non svolgono un lavoro che sfrutta appieno le loro capacità e abilità) è in aumento. Inoltre, la pandemia ha un doppio effetto negativo sulle donne dato che, rispetto agli uomini, sono più attive nelle industrie particolarmente colpite e quindi guadagnano meno.

Molti lavoratori a orario ridotto

Secondo le proiezioni dell’Agenzia Federale, 2,02 milioni di persone hanno approfittato del lavoro a orario ridotto solo nel mese di marzo, il mese in cui è iniziato il lockdown. Si tratta di una cifra record. Il precedente record risale al maggio 2009, quando 1,44 milioni di persone avevano usufruito del lavoro a orario ridotto durante la crisi finanziaria dell’epoca. A maggio, le aziende hanno annunciato un lavoro a orario ridotto per altri 1,06 milioni di persone. Questi si aggiungono ai 10,66 milioni di lavoratori già registrati. Ciò non significa, tuttavia, che queste persone finiranno tutte per lavorare a tempo ridotto. L’esperienza ha dimostrato che il numero di persone che lavorano effettivamente per brevi periodi di tempo è notevolmente inferiore perché le aziende fanno gli annunci in parte come misura precauzionale.

L’allentamento delle restrizioni farebbe scendere la disoccupazione

La Germania ha messo insieme diversi pacchetti nel tentativo di sostenere le persone durante la crisi e di mantenerle impiegate. Ma alcune aziende stanno lottando per sopravvivere. Tuttavia Scheel spera che la situazione migliori dopo l’estate. Affinché il tasso di disoccupazione torni a scendere in autunno, l’allentamento delle restrizioni del Coronavirus nella gastronomia e nell’industria dei viaggi dovrebbe entrare in vigore ora. Il commercio mondiale dovrebbe andare avanti e il governo dovrebbe attivare il pacchetto di stimoli economici.

«Spero vivamente che quattro mesi di Coronavirus non distruggano tutto ciò che è stato raggiunto in decenni di parità di diritti nel mercato del lavoro» ha detto Scheele aggiungendo che «Dobbiamo fare tutto il possibile perché questo non accada». Finora il governo prevede che la produzione economica si ridurrà del 6,3% nel 2020. Il ministro dell’economia federale Peter Altmaier (CDU) ritiene tuttavia che un crollo economico ancora più grave sia possibile.

Leggi anche: Vogliono costruire un treno Parigi-Berlino in 4 ore

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *