I medici tedeschi chiedono al governo la quarantena obbligatoria per i viaggiatori

Germania: i medici chiedono quarantena obbligatoria per chi torna dall’estero

Dopo gli ultimi casi di Coronavirus, il capo dell’associazione medica tedesca afferma che le autorità dovrebbero monitorare i viaggiatori che tornano dall’estero. Klaus Reinhardt ha affermato che i medici sono già impegnati nel tentativo di controllare la diffusione del virus in Germania ma non basta. Reinhardt infatti spiega «I medici stanno lavorando a pieno regime per tracciare le catene di casi positivi da Covid e per attuare tutte le misure di sicurezza; ma il monitoraggio e  la sanzione della violazione di queste misure spetta ad altri come la polizia e gli uffici dell’ordine pubblico». Il 27 agosto Angela Merkel ha inviato le autorità ad intensificare i controlli per garantire che i cittadini rispettino la quarantena come parte della nuova strategia per controllare chi torna dall’estero”.

Regole più rigide per chi torna da aree a rischio

All’inizio del mese la Germania aveva introdotto test obbligatori gratuiti per i viaggiatori di ritorno da aree ad alto rischio; e test volontari per chi tornava da altre località. Ma ora il governo prevede di eliminare i test gratuiti per coloro che tornano da aree non a rischio; mentre per chi torna da aree a rischio prevede regole di quarantena più rigide. Infatti, a partire dal 1 ottobre, chi torna in Germania da una zona a rischio dovrà entrare in quarantena presso la propria abitazione per almeno cinque giorni prima di effettuare un tampone.  Solo se l’esito sarà negativo allora potranno uscire dalla quarantena di 14 giorni.

Nuove richieste da parte del capo dell’associazione medica tedesca

Reinhardt ha affermato che porre fine ai test volontari gratuiti per le persone che tornano da zone non a rischio, è stata la mossa giusta viste le risorse limitate disponibili. Inoltre ha chiesto l’introduzione di test rapidi come quelli già utilizzati nel Regno Unito. « La stratega dei test dovrebbe concentrarsi sempre di più sui test rapidi otre che sui classici test da effettuare in occasioni specifiche». Infatti, questi test forniscono un risultato dopo circa 90 minuti, mentre gli altri tipi possono richiedere un minimo di due giorni. Alla richiesta dei test rapidi si aggiunge quella di una maggiore coordinazione nelle strutture informative e decisionali nell’ambito sanitario pubblico nazionale.

Leggi anche: Covid, secondo uno studio indiano-tedesco l’umidità minimizza i contagi

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *