Nuovo aeroporto di Berlino, cosa succederà a Schönefeld

In ottobre aprirà il nuovo aeroporto Berlino-Brandeburgo dopo quasi 10 anni di ritardi

Dopo quasi 10 anni di ritardi e numerosi problemi, il nuovo aeroporto di Berlino aprirà i battenti il prossimo 31 ottobre. L’attenzione sarà rivolta soprattutto al giorno dell’inaugurazione, quando il terminal 1 comincerà le consuete operazioni: contemporaneamente, un aereo EasyJet e uno Lufthansa atterreranno su piste parallele. I festeggiamenti per l’inaugurazione dureranno due settimane, periodo in cui il traffico aereo si sposterà dal Tegel International airport al nuovo aeroporto di Berlino-Brandeburgo. L’apertura cade tuttavia in un momento molto delicato per il mondo aeroportuale a causa del Coronavirus. «Purtroppo non possiamo prevedere in modo affidabile lo sviluppo del traffico nei prossimi anni» ha detto l’amministratore delegato del FBB (Flughafen Berlin Brandenburg) Engelbert Lutke Daldrup, che ha poi aggiunto come ulteriori sfide finanziarie potrebbero richiedere ulteriori finanziamenti per i prossimi anni.

Il già esistente aeroporto Schönefeld sarà inglobato nel nuovo progetto

Quando aprirà il Brandenburg, il vecchio aeroporto Schönefeld sarà inglobato nel nuovo progetto, in quanto situato in posizione adiacente a quella scelta per la nuova struttura. In passato, Schönefeld è stato un importante aeroporto che divideva il traffico aereo con l’aeroporto di Berlino-Tegel. Se in un primo momento i due aeroporti potranno mantenere ciascuno la propria identità condividendo solamente la pista di decollo e di atterraggio, con il tempo sarà impossibile mantenere entrambi i nomi. Cosa ne sarà dunque del vecchio aeroporto? Berlino cercherà di costruirsi una nuova immagine: al posto di utilizzare il codice IATA di Schönefeld SXF, adotterà – una volta aperto – il codice del nuovo aeroporto di Berlino-Brandeburgo BER, codice che rappresenta meglio la città. In questo modo, il vecchio aeroporto diventerà un tutt’uno con quello nuovo, adottando il codice univoco BER.

La storia dei tre aeroporti di Berlino

Durante il periodo della Germania divisa, l’aeroporto di Berlino-Tegel – situato a nord-ovest – è stato il principale aeroporto per voli commerciali servendo la parte occidentale della città per più di 70 anni; parallelamente, l’aeroporto di Berlino- Schönefeld serviva la parte orientale durante tutti i 29 anni in cui la Germania è stata divisa. Dopo l’unificazione, l’aeroporto Tegel diventò il più grande centro di transito per tutti coloro che erano diretti in città, mentre l’aeroporto Schönefeld continuò a collegare la Germania all’Europa orientale. In ottobre si scriverà un nuovo pezzo di storia per la città, quando l’aeroporto di Berlino-Tegel verrà chiuso e l’aeroporto di Berlino-Schönefeld inglobato nel nuovo aeroporto Brandeburgo.

Leggi anche: Ha riaperto la Vabali Spa Berlin, angolo di pace al centro della capitale tedesca

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *