Merkel CC0

Come il piano di aiuti tedesco sostiene lavoratori e imprenditori

La crisi del Coronavirus ha rimesso in discussioni i dogmi economici che la Germania segue da un decennio: : il pareggio di bilancio non è piu un obbiettivo

Da dieci anni la Germania è il paese che più di tutti si è battuto per la cosiddetta virtù fiscale e il pareggio di bilancio, imponendo de facto tale dottrina economica all’intera zona Euro. In queste settimane di crisi però stiamo assistendo ad uno storico cambio di paradigma. Per rafforzare la sua potenza di fuoco finanziaria e compensare il calo delle entrate fiscali dovuto alla contrazione dell’economia, il governo prevede di prendere in prestito circa 156 miliardi di euro quest’anno. «Combatteremo con tutte le nostre forze contro questa crisi che mette in discussione l’assistenza sanitaria per i nostri cittadini o l’attività economica in questo paese», ha dichiarato il ministro delle Finanze Olaf Scholz. Il nuovo indebitamento farà esplodere il limite del deficit iscritto nella Costituzione nel 2009 ma questa prospettiva, al momento, non spaventa il governo federale. La fine della crisi “viene prima di tutto”, ha detto il Cancelliere Angela Merkel, aggiungendo “vedremo alla fine in che stato si trova il nostro bilancio”. Vediamo le norme più importanti che i ministri hanno chiesto al Parlamento di approvare entro la fine di questa settimana.

Cosa succederà

Lo sfratto dovuto al mancato pagamento dell’affitto sarà vietato tra il 1° aprile e il 30 settembre afferma la bozza di legge. Nel caso delle richieste di assistenza sociale Hartz IV, la verifica della proprietà e l’esame dell’importo dell’affitto pagato per l’appartamento saranno sospesi per sei mesi. L’ampliamento delle norme sulla riduzione dell’orario di lavoro renderà anche più facile per le aziende mantenere i dipendenti invece di mandarli in disoccupazione. Il governo prevede inoltre di concedere un ulteriore sostegno di base al reddito di 1,2 milioni di persone. Nel frattempo, le persone che in Germania perdono il lavoro a causa della crisi non dovranno sostenre verifiche fino alla fine di giugno. Per le famiglie con deficit di reddito, il governo prevede di garantire un accesso più facile al sussidio per i figli: invece di controllare il reddito degli ultimi sei mesi, verrà esaminato solo il reddito dell’ultimo mese. Anche i genitori con un reddito in calo a causa della necessità di occuparsi dei figli riceveranno un aiuto.

Un freno per le grandi imprese

La Germania vuole assicurarsi che le imprese più grandi possano riaprire le porte una volta passato il pericolo. Il Paese deve evitare una svendita dei suoi gioielli della corona economica, ha detto il ministro dell’economia Peter Altmaier. Quindi, la Germania creerà un “fondo di stabilizzazione economica” di 600 miliardi di euro che offrirà 400 miliardi di euro di garanzie per i debiti delle imprese, 100 miliardi di euro per prestare direttamente o acquistare partecipazioni in imprese in difficoltà e 100 miliardi di euro per finanziare la banca d’investimento statale KfW. Per mantenere la loro liquidità, le imprese potranno anche ritardare il pagamento delle imposte. Tra le prime aziende a chiedere prestiti statali, potrebbero esserci le industrie del turismo e dei servizi che soffrono. Il gruppo Lufthansa ha cancellato circa il 90% dei voli nelle prossime settimane, mentre il tour operator TUI ha già richiesto aiuti di Stato.

 

Leggi anche: I Berliner Philarmoniker mettono online i loro concerti gratis

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *