Berlino è ormai piena di auto

A Berlino il numero dei Suv è triplicato. Le auto compatte e di medie dimensioni sono invece in calo.

Nonostante il dibattito pubblico sulla crisi climatica, i veicoli voluminosi e ad alto consumo di benzina sono scelti dalla maggior parte degli acquirenti di auto a Berlino. Il numero di piccole vetture nella capitale è rimasto stagnante e le automobili di medie dimensioni sono diminuite negli ultimi sei anni. I dati relativi a Suv e fuoristrada, invece,  sono in crescita. Più grande è meglio è, dunque. E’ ciò che emerge dalle statistiche dell’Autorità federale dei trasporti automobilistici, elaborate dall’istituto di ricerca Infas. Nello specifico, i dati mostrano che il numero di Suv con targa berlinese è più che triplicato tra il 2014 e il 2020. Il partito di sinistra Die Linke si è espresso in maniera particolarmente critica rispetto alla tendenza. Nonostante i sogni dei Verdi e degli attivisti per il clima, l’era dell’automobile sembra tutt’altro che finita a Berlino. “Il messaggio di base è che il numero di auto a Berlino è in aumento, non in diminuzione”, ha affermato Robert Follmer, responsabile mobilità e ricerca regionale di Infas. E non è tutto. “Ci sono più auto grandi, quindi è necessario più spazio. E non è prevista una svolta”, ha aggiunto.

Sempre più auto aziendali

La coalizione SPD-Linke-Grüne è piuttosto critica rispetto alla tendenza. Chiede che i cittadini a Berlino passino alla bicicletta o ai trasporti pubblici. I berlinesi, però, non sembrano seguire le raccomandazioni. Dal 2014 al 2020, il numero di auto è aumentato di oltre 67mila unità, il 5,8% in più. All’inizio del periodo a Berlino erano immatricolate circa 1.154 milioni di vetture. Il numero è cresciuto fino a superare 1.221 milioni nel 2020. A contribuire all’aumento sono soprattutto le automobili usate commercialmente, cresciute del 22,7%. “Ciò può essere spiegato principalmente dal fatto che a Berlino vengono utilizzate sempre più auto aziendali – ha spiegato Andreas Knie, ricercatore sulla mobilità del Wissenschaftszentrum Berlin – queste sono anche un mezzo per risparmiare sulle tasse”. Le grandi aziende sono sempre più presenti in città, e per loro tali veicoli sono una parte integrante.

Tutti i dati del mercato automobilistico a Berlino

A Berlino il numero di utilitarie è aumentato del 18,3%. In termini assoluti, significa oltre 102mila unità. Le auto piccole e medie registrano, invece, trend opposti. L’aumento delle vetture piccole è stato solo dello 0,1%. L’anno scorso c’erano circa 228mila veicoli di questa categoria. Per quanto riguarda le compatte, il numero di veicoli è addirittura diminuito del 3,8%, per arrivare a un totale di 307mila unità. Il calo è stato ancora più evidente per la classe media, che si è ridotta del 18,3%. In tutto ammontano a poco meno di 156mila vetture. Nella fascia medio-alta la flessione è stata del 9,6%. Il numero di veicoli in questo segmento è sceso a circa 62mila. Una situazione ben diversa è quella che riguarda il comparto del lusso, cresciuto a Berlino dell’11,8%, per un totale di quasi 12mila auto.  Ancor più sorprendenti i dati dei Suv, aumentati del 216,5% a quasi 91mila unità. Anche il numero di veicoli fuoristrada è impressionante. Le statistiche segnalano un incremento del 74,4% per un totale di oltre 58mila unità. Seguono le tendenze anche le auto sportive: oggi circa 21mila, per una crescita del 13,6%. Crescono del 5,3% i minivan, oltre 54mila. Infine, ci sono altrettanti furgoni di grandi dimensioni, aumentati del 12,7%.

Le reazioni alle statistiche sono contrastanti

“Il numero di auto di grandi dimensioni sulle nostre strade è aumentato – ha affermato Kristian Ronneburg di Die Linke – si tratta di una tendenza molto preoccupante quando per strada circolano sempre più Suv e fuoristrada, che hanno consumi elevati, sono sovra-motorizzati, occupano uno spazio enorme e spesso causano gravi conseguenze in incidenti dovuti alla loro robustezza». Il parlamentare ha dunque chiesto un limite di velocità generale di 30 km/h, più misure contro le infrazioni e limiti di emissione più bassi. Sandra Hass, portavoce dell’Allgemeiner Deutscher Automobil-Club, ha espresso una posizione più favorevole. Se è vero che un acquirente di auto su cinque in Germania acquista un Suv, “i consumatori citano il comfort e la sicurezza come i motivi principali per acquistarne uno: una migliore visibilità, un ingresso confortevole, la quantità di spazio e, soprattutto, il maggiore senso di sicurezza”, ha dichiarato. Per lei, però, i modelli ingombranti non vengono acquistati più di prima. “Molto più richiesti e anche più economici sono i Suv compatti, abbastanza adatti per l’uso urbano”, ha commentato Hass.  Tilmann Heuser dell’ONG ambientalista Bund für Umwelt und Naturschutz Deutschland considera almeno un trend positivo. “Anche se il numero di auto a Berlino purtroppo continua a crescere, sta aumentando a un ritmo inferiore rispetto al numero di abitanti”, ha fatto sapere. In altre parole, il numero di auto ogni mille abitanti è in calo. I dati mostrano che la cifra è diminuita a Berlino da 328 a 324 tra il 2014 e il 2020. Rispetto ad altre grandi città, la capitale tedesca ha relativamente pochi veicoli a motore.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: foto di Life of Pix via Pexels, CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *