5 bellissimi luoghi da visitare in Olanda

Cinque bellissimi luoghi da visitare in Olanda. Ecco le mete assolutamente imperdibili al di fuori di Amsterdam.

Non solo mulini, tulipani e corsi d’acqua: l’area più popolata dei Paesi Bassi, l’Olanda, offre una varietà di ricchezze artistiche e culturali assolutamente da scoprire. È sufficiente spostarsi di poco dalla meta più gettonata, Amsterdam, per imbattersi in località più tradizionali e caratteristiche, affacciate sul mare o nascoste tra verdi campagne. Ecco cinque bellissimi luoghi che meritano assolutamente di essere visitati.

1. Alkmaar

Situata nella parte settentrionale dell’Olanda, Alkmaar è nota come la città olandese del formaggio. A questo proposito, il Museo del formaggio merita sicuramente una visita. Il Kaasmarkt, il celebre mercato del formaggio, risale al 1622. Esso ha luogo ogni venerdì mattina, da aprile a ottobre, nella piazza centrale, la Waagplein (Piazza della Pesa). Il nome deriva dalla pesa pubblica in stile tardo gotico eretta nel 1341. Un altro punto d’interesse è la Chiesa di San Lorenzo (o Chiesa Grande). Al Museo Stedelijk, invece, si ha l’opportunità di conoscere la storia e la cultura della città.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alkmaar Tours (@alkmaar_tours)

2. Delft

Conosciuta in tutto il mondo per le sue ceramiche bianche e azzurre, questa cittadina si trova nella parte meridionale dell’Olanda. Il suo nome deriva dal canale Delf, attorno al quale la città si è sviluppata. Come tutte le antiche città olandesi, il centro storico è attraversato da numerosi canali, detti “grachten”. In passato, essi venivano utilizzati per il trasporto di merci provenienti dall’Oriente quali spezie, porcellane, seta, trasportate in città per essere distribuite e immagazzinate. Delft offre numerosi siti d’interesse come la Chiesa Vecchia, la più antica della città, edificata nel XIII secolo e in cui è sepolto Jan Vermeer. L’artista trascorse la sua vita proprio nella città di Delft, la quale ospita oggi l’omonimo centro Veermer in cui è possibile ammirare dipinti e riproduzioni del pittore.

Un altro celebre monumento è la Chiesa Nuova, di stile gotico, eretta sulla piazza centrale del mercato nel XIV secolo. Al suo interno si trovano le tombe dei membri della famiglia reale olandese. Sulla medesima piazza si affaccia anche il municipio (Stadhuis), la cui facciata in stile rinascimentale fu progettata dall’architetto olandese Hendrick de Keyser. Infine, la Porceleyne Fles, l’unica fabbrica di porcellane del Settecento pervenuta ai giorni nostri, presso la quale è ancora possibile ammirare come le ceramiche vengono dipinte a mano.

Delft

3. Marken

Nel tredicesimo secolo questo piccolo villaggio di pescatori dell’Olanda settentrionale venne separato dalla terraferma da una tempesta. Fu solo nel 1957 che Marken fu ricollegata al resto del territorio tramite un strada rialzata. Da allora, è considerata una penisola. Caratteristiche di Marken sono le casette in legno, costruite sopra terrapieni artificiali per preservarle da eventuali alluvioni. Al giorno d’oggi, il villaggio non corre più il rischio di inondazioni grazie alla presenza della diga Afsluitdijk. All’antica Wooden Shoe Factory è possibile conoscere come vengono realizzati i famosi zoccoli di legno diffusi in tutta l’Olanda. È inoltre presente un museo dedicato agli antichi usi e costumi dell’ex isola.

Marken, immagine tratta da galleria personale

4. Scheveningen

Scheveningen si trova nell’Olanda meridionale e si affaccia sul mare del Nord. È considerata la più grande località balneare dell’Olanda, con i suoi numerosi bar, ristoranti, alberghi e un casinò. Durante l’estate la sua spiaggia, assai estesa, è frequentata da giovani e famiglie. A Scheveningen è possibile inoltre praticare numerosi sport acquatici, come il windsurf e il kitesurf. Questa località è divisa in tre aree: Haven, il porto, Dorp, l’ex villaggio di pescatori e Bad, la zone balneare popolata dalla maggior parte dei turisti, divisa a sua volta in una spiaggia settentrionale e una meridionale.

Il Museo della Pesca ripercorre la storia della principale attività economica della città, da secoli fonte di sostentamento dei suoi abitanti. Il museo Beelden aan-Zee ospita invece numerose sculture di artisti quali Karel Appel e Man Ray. Le opere sono esposte in un padiglione fatto costruire dal re Gugliemo I nel 1826 per la moglie malata. Tra le principali attrazioni turistiche troviamo anche il parco tematico Duinrell Holiday Park e l’acquario Sea Life Centre.

Scheveningen

5. Volendam

Volendam è uno storico villaggio di pescatori situato sulle sponde del lago Markenmeer. Passeggiando tra le vie del centro si possono ammirare le graziose casette di legno dei pescatori che un tempo decisero di stabilirsi qui grazie alla posizione favorevole sul Mare del Nord. Gli abitanti si distinguono per i loro costumi tradizionali (conservati al museo Volendams) e per il loro dialetto, il Volendams. La musica tradizionale è chiamata Palingsound (letteralmente “suono dell’anguilla”); presso l’omonimo museo è possibile conoscere le caratteristiche di questo genere musicale, praticato anche da famosi musicisti.

Un’attrattiva che merita indubbiamente una visita è l’affumicatoio di anguille Smit Bokkum. Al suo interno, viene illustrato il processo di affumicatura eseguito ancora oggi seguendo fedelmente una tradizione secolare. Al porto si trovano la Woden Shoe Factory, dove è possibile acquistare i tipici zoccoli di legno, e la Cheese Factory Volendam, altro centro di produzione locale in cui poter assaporare il formaggio olandese.

Volendam

Leggi anche 10 bellissimi posti da vedere in Danimarca

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Mulini, Copyright Chiara Gomiero

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *