10 piccoli e antichi centri storici dentro Berlino

Sapevate che Berlino è ricca di piccoli meravigliosi centri storici sparsi per tutta la città? Scopriamoli insieme!

Si sa che Berlino vive una realtà multiculturale e decisamente variegata, caratterizzata da un’incredibile varietà di luoghi. La città è infatti divisa in ben dodici distretti, che si diramano a loro volta in ulteriori quartieri. Ognuno si differenzia per la propria personalità basata su un’identità storica alquanto distintiva, tanto che gli antichi villaggi nei pressi di Berlino rappresentano oggi delle vere e proprie oasi di storia. Questi sono rimasti intatti per molto tempo e solo nel 1920, con la costruzione della Grande Berlino, alcuni furono incorporati nella città. In alcuni quartieri però è ancora possibile scoprire le radici paesane della capitale tedesca. In questo articolo riportiamo alcuni centri storici berlinesi che probabilmente in pochissimi conoscono ma che hanno un fascino davvero unico. Perciò se non amate i soliti itinerari e siete alla ricerca di località inusuali da visitare, siete nel posto giusto!

1. Alt-Marzahn

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Florian Reichert (@flo.reichert)

Marzahn nasce intorno al 1230 come Angerdorf, quel tipo di villaggio che si caratterizza per le case e le fattorie disposte intorno a un’area verde comune centrale. Al n° 23 è possibile visitare il KulturGut che ospita numerosi eventi e festival. Degno di nota è anche il “SchaMottchen”, laboratorio di ceramica aperto al pubblico in cui gli abitanti di Marzahn realizzano le loro opere e le presentano poi per la vendita. Se si prosegue fino al vecchio edificio scolastico si arriva a un piccolo ma moderno museo di quartiere, che offre mostre temporanee e approfondimenti sulla storia e la cultura del quartiere. Dietro si trova la vecchia chiesa con la sua fonte battesimale tardo-rinascimentale e un’acustica impressionante che permette la realizzazione di numerosi concerti. Percorrendo i marciapiedi di ciottoli si va incontro al Tierhof Alt-Marzahn e alla collina su cui si erge il grande mulino del villaggio tutt’oggi in funzione.

2. Alt-Marienfelde

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sascha Unger (@sascha_unger)

L’antico villaggio si trova nel distretto di Tempelhof, un po’ nascosto tra Friedenfelser Straße, Nahmitzer Damm e Marienfelder Allee. Qui è possibile ammirare la chiesa che, insieme a quelle di Biesdorf e Karow, è il più antico santuario di villaggio presente a Berlino. La struttura è in stile tardo romanico con alcune aggiunte del primo gotico ed è stata costruita su un ex terreno di sepoltura tra il 1220 e il 1240. Come testimoniano le mura spesse, la chiesa ha ricoperto anche una funzione ausiliaria come fortezza del villaggio. Marienfelde, infatti, faceva parte dell’anello protettivo di insediamenti costruiti lungo il Teltow dai Cavalieri Templari che hanno dato poi il nome all’attuale quartiere di Tempelhof. Intorno al verde del villaggio sono raggruppate vecchie case coloniche e la casa padronale costruita da Adolf Kiepert per assomigliare a una villa italiana con torri. Adiacente è il Gutspark Marienfelde, anch’esso progettato da Kiepert.

3. Heinersdorf

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Theo Rod Weigel (@theorodweigel)

Questo vecchio centro storico si trova un po’ a nord di Prenzlauer Berg, nel distretto di Pankow. Il villaggio è stato fondato intorno al 1230 ma la prima menzione documentaria risale al 1319. In quell’anno il margravio Woldemar vendette Hinrickestorppe all’Heilig-Geist-Hospital di Berlino per 150 marchi d’argento. L’ospedale ha posseduto il terreno fino al 1691. Numerosi edifici storici ricordano il villaggio che fu incorporato nell’area urbana di Berlino nel 1920, tra cui la Casa di un Commerciante di Cavalli del 1780. Altri luoghi di interesse sono sicuramente la Dorfkirche Heinersdorf, costruita intorno al 1300, e la vecchia Casa delle Siringhe del 1750.

4. Alt-Schmargendorf

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sascha Unger (@sascha_unger)

Agricoltori, pescatori e allevatori si stabilirono a Schmargendorf intorno al XIV secolo. Oggi il villaggio appartiene al quartiere di Wilmersdorf ed è noto per la centrale elettrica i cui tre camini sono visibili dall’autostrada. Se ci si addentra nel cuore di Alt-Schmargendorf si può scoprire una delle chiese più antiche della città. La parrocchia evangelica risale addirittura al XIII secolo ed è grande solo 60 metri quadrati. La sua prima menzione risale infatti al 1275. Il cimitero del villaggio è uno dei più antichi luoghi di sepoltura della chiesa in quella che oggi è la città di Berlino, poiché fu costruito nell’Alto Medioevo o, più precisamente, nel 1250. Il vicino cimitero comunale è stato creato 600 anni dopo.

5. Alt-Tegel

L’ex villaggio di Tegel ha circa 800 anni, ma non è sopravvissuto nulla risalente a questo periodo. La chiesa risale al 1911, anche se prima di allora sono state trovate altre tre chiese più antiche. La piazza che porta il nome del teologo Otto Dibelius si trova al centro di Alt-Tegel. Il quartiere si trova oggi a Reinickendorf e molti degli edifici che caratterizzano l’area risalgono al XIX secolo come il Lehnschulzenhof Ziekow. Meritano certamente una visita il Lago Tegel e la Greenwich Promenade, che prende il nome dal quartiere londinese. Nel 1967 Greenwich divenne la città gemella del distretto di Berlino-Reinickendorf. Si possono cogliere le somiglianze proprio percorrendo questa via.

6. Alt-Mariendorf

Il quartiere di Mariendorf si trova a sud del distretto Tempelhof-Schöneberg e si presenta come un’area residenziale molto tranquilla. Fondata nel XIII secolo come Angerdorf dai Cavalieri Templari, anch’essa è stata incorporata a Berlino nel 1920. La chiesa del borgo medievale rispecchia ancora il carattere rurale di Mariendorf. Dal 1970 all’interno del campanile della chiesa è posto un carillon che suona a ogni ora. Il sagrato della Mariendorfer Dorfkirche è stato ridotto di dimensioni nel 1873 con la costruzione del Berliner Chaussee, l’attuale Mariendorfer Damm. Nell’ex edificio scolastico di Rudolf Hildebrand si trova il Museo Tempelhof, il museo regionale dedicato alla storia dell’omonimo distretto. Inoltre, nella proprietà adiacente ad Alt-Mariendorf 41 si può ammirare un’antica fattoria della metà del XIX secolo. Infine, il Volkspark Mariendorf è il luogo perfetto per chi vuole rilassarsi, fare una passeggiata o semplicemnte godersi il tempo all’aria aperta.

7. Rosenthal

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Holger aus Berlin 🇩🇪 (@holger_sand)

Rosenthal preserva ancora il suo carattere antico e si trova nella parte nord-orientale di Pankow. Nacque come un villaggio di campagna e fu documentato per la prima volta nel 1356, con un documento che prese il nome di Rosendalle. La sua chiesa però è ancora più antica e risale infatti al 1230. Sullo storico sito si trovano anche il centro della comunità e la casa padronale. Tutto attorno sono presenti ancora antiche casa coloniche con annesse fattorie. Un’ulteriore caratteristica di Rosenthal sono i numerosi giardini, la maggior parte orti con piccole pergole in cima.

8. Alt-Tempelhof

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lutz-Henning Stehr (@henning210)

L’Alter Park della Vecchia Tempelhof è senza dubbio un gioiellino nascosto di Berlino. Meno conosciuto dei parchi di Friedrichshain o di Tiergarten, resta comunque una piccola oasi di calma e uno dei luoghi più belli dell’area. La chiesa del villaggio di Tempelhof risale al 1210 circa. I Cavalieri Templari la costruirono come chiesa di comando durante la colonizzazione e la cristianizzazione dell’Oriente tedesco. Purtroppo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale la distrussero intorno al 1943/44. L’architetto Konwiarz la ricostruì poi sui resti dell’antico santuario e dal 1956 iniziarono nuovamente i riti di culto al suo interno. Nel parco è possibile ammirare anche una piccola ma graziosa cascata. Oggi all’Alter Park si recano joggers, famiglie con bambini e amici. Il luogo ideale per respirare un po’ di tranquillità e staccare dallo stress della metropoli.

9. Alt-Britz

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chris (@christis_eyes)

La prima menzione di Britz risale a un documento del 1305. L’area apparteneva anticamente al distretto di Teltow e arrivò poi a Neukölln con la costruzione della Grande Berlino. Alt-Britz è formato dalla vecchia chiesa con il suo stagno e dal vicino castello di Britz con la sua tenuta e il parco che include anche un roseto. La chiesa del villaggio è stata costruita in pietra intorno al 1250 circa. Ristrutturata dopo i danni causati da un incendio nel 1948, ha poi ricevuto le attuali vetrate da Charles Crodel. Degno di nota è anche il vecchio mulino olandese, costruito nel 1863 e ampiamente ristrutturato nel 1985.

10. Rixdorf e il quartiere bohémien

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Meike aus Berlin (@meike_aus_berlin)

Denominato il centro storico più insolito di Berlino, Rixdorf si trova al centro del quartiere della moda di Neukölln, non lontano da Karl-Marx-Straße. La stessa Neukölln ha portato il nome di Rixdorf fino al 1912 e il centro del paese si trovava intorno all’odierna Richardplatz. Questo è un vero e proprio quartiere bohémien, fondato nel 1737 da rifugiati boemi che avevano dato vita a una comunità. Importante è la presenza dell’antica fucina del villaggio, ancora oggi in funzione, e del museo storico locale in Kirchgasse 5. Inoltre ci sono molti edifici storici ben conservati lungo le stradine e nei vicoli, come la “Rixdorfer Schmiede” e la “Bethlehemskirche”.

Leggi anche: https://berlinomagazine.com/8-misconosciuti-villaggi-tedeschi-splendidi-non-solo-in-foto/

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: © Ingo JosephPexels / CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *