Dose vaccino https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Pfizer-BioNTech_COVID-19_vaccine_(2020)_E.jpg Copyright: U.S. Secretary of Defense CC BY 2.0

La Germania prepara cambi di priorità sui vaccini. Forse a breve per tutti a prescindere da età

La Germania cambia le modalità del piano vaccini. A breve le liste di priorità verranno definitivamente revocate

Secondo quanto riportato lo scorso mese dal quotidiano ”Bild”, entro breve tempo non verrà seguita più nessuna lista di priorità. Il ministro Helge Braun ha confermato che la lista potrebbe presumibilmente essere eliminata dalla fine di maggio o all’inizio di giugno. Dopo questa data, tutti gli adulti in Germania che desiderano essere vaccinati potranno ottenere un appuntamento. Ad eccezione del vaccino BioNTech/Pfizer, che è stato approvato dai 16 anni in su, tutti gli altri vaccini possono attualmente essere somministrati solo a persone di età superiore ai 18 anni. La decisione è stata presa dopo un incontro che ha visto da una parte il Governo Federale e dall’altra parte i Presidenti dei Länder. Già tre Presidenti Federali hanno abbandonato le liste di priorità rendendo disponibili le iniezione di AstraZeneca, negli stati di Baviera, Meclemburgo-Pomerania Anteriore e Sassonia, per tutte le fasce d’età.

Entro la fine maggio un tedesco su tre sarà vaccinato

Il Ministro della Salute Jens Spahn ha affermato che prima dell’eliminazione delle liste una persona su tre riceverà una dose di vaccino. La Cancelliera Merkel ha però dichiarato: «Questo non significa che tutti possano essere vaccinati immediatamente. Ma tutti possono richiedere un appuntamento per ricevere la prima dose, a cui verrà assegnata in base alla fornitura». Molto probabilmente si entrerà in una fase di transizione in cui non sarà facile gestire la popolazione vaccinata e quella ancora in lista. «Dobbiamo affrontare questa questione in modo molto sensibile. Potrebbero nascere scontri sociali se venisse vaccinata solo una parte della popolazione, che potrebbe chiedere più libertà» ha aggiunto la Cancelliera.

Come procede la fase di vaccinazione in Germania

Lo scorso mese, la promessa del Governo che tutti avrebbero ricevuto una dose entro luglio sembrava irrealizzabile, data la scarsità di dosi disponibili e la diffidenza mostrata da gran parte dei tedeschi, che ha rinunciato al vaccino non presentandosi agli appuntamenti. Ora la situazione sembra cambiata. Ad oggi sono disponibili più dosi, quotidianamente ne vengono iniettate dalle 500 alle 700mila fiale. Attualmente il 23% della popolazione ha ricevuto la prima dose, mentre solo il 7% ha effettuato anche il richiamo. Sono però ancora molte le persone invitate a vaccinarsi, che preferiscono astenersi. Ad esempio, a Berlino solo 2/3 delle persone hanno accettato di sottoporsi a vaccino. Secondo un’indagine, nonostante il vaccino non sia obbligatorio, solo il 75% della popolazione accetterebbe di vaccinarsi.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Dose vaccino Copyright: U.S. Secretary of Defense CC BY 2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *