Ministra Giffey https://commons.wikimedia.org/wiki/File:2019-01-23_Franziska_Giffey_4431.jpg Copyright: ©Olaf Kosinsky CC BY-SA 3.0 DE

Germania, ministra federale e candidata sindaco di Berlino si dimette per accuse di plagio nella tesi di dottorato

La Ministra della Famiglia Giffey accusata di aver plagiato la sua tesi di dottorato, ha annunciato le dimissioni

La Ministra Franziska Giffey ha annunciato la sue dimissioni, dopo le pesanti accuse di plagio riguardo la sua tesi di dottorato. I fatti risalirebbero al 2010, quando la Ministra presentò la sua dissertazione finale presso la Freie Universität di Berlino. Pare però che l’elaborato in questione contenesse dei passaggi presumibilmente plagiati. Già l’anno precedente, nel 2019, in seguito ad una revisione, l’Ateneo aveva emesso un “rimprovero” nei confronti della Ministra ed aperto un’indagine per plagio. In quell’occasione però non furono presi provvedimenti rilevanti e fu esclusa la revocare del titolo in Scienze Politiche, poiché l’Ateno riteneva che le carenze riscontrare nella dissertazione non giustificavano la rinuncia al dottorato. Di recente è stata riaperta una nuova indagine, molto più intransigente della precedente. La commissione ha infatti votato per il ritiro del titolo se entro giugno la Giffey non farà delle dichiarazioni a riguardo. In risposta alle accuse, la Ministra ha preferito rassegnare le dimissioni, ma nonostante tutto è fermamente decisa nel proseguire la sua corsa alla nomina di sindaco di Berlino.

Dichiarazioni della Ministra

La Ministra ha dichiarato che il Governo, il suo Partito(SPD) ed il pubblico hanno bisogno di più chiarezza a riguardo. Lei rimane ferma sulle sue posizioni, affermando di aver completato la tesi con il massimo delle abilità e soprattutto in buona fede. Le sue intenzioni non erano affatto quelle di scopiazzare in giro e tanto meno di imbrogliare. In un comunicato stampa la ministra ha dichiarato: «I membri del governo federale, il mio partito e il pubblico hanno diritto alla chiarezza […] Pertanto, ho deciso di farmi licenziare dal presidente federale dalla mia carica di ministro della famiglia», ha dichiarato. «Rimango ancora fedele alla mia dichiarazione di aver scritto il mio lavoro al meglio delle mie capacità […] Mi dispiace se ho commesso degli errori» ha aggiunto Giffey, commentando poi le accuse di plagio. In seguito al polverone sollevato già lo scorso novembre, la Ministra aveva dichiarato di dimettersi dal suo incarico, se la commissione universitaria le avesse revocato il titolo. Ma questa vicenda non le impedirà di candidarsi come sindaco di Berlino alle prossime elezioni di settembre.

Altri casi simili

In passato ci sono stati altri episodi simili che hanno coinvolto altri Ministri. Nel 2011 è toccato Karl-Theodor zu Guttenberg, Ministro della Difesa, mentre nel 2013 a Annette Schavan, Ministra dell’ Istruzione. In ogni caso la Giffey, dimettendosi dall’ incarico ma rimanendo in corsa per le elezioni non rientrerebbe in quella lista di politici che hanno visto compromesse la loro carriere a causa dell’ autenticità dei loro dottorati rimessa in discussione dopo molti anni.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Ministra Giffey  Copyright: ©Olaf Kosinsky CC BY-SA 3.0 DE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *