Per un Globe Theater in legno a Berlino c’è bisogno dell’appoggio dei cittadini

Un Globe Theater in legno al centro di Berlino è il nuovo progetto del direttore della Shakespeare Company

Il fondatore e direttore della Shakespeare Company Berlin, Christian Leonard, vuole costruire un teatro circolare in legno al centro di Berlino. Il suo sogno è creare uno spazio dove la distanza tra pubblico e attori si dissolva a favore di un’atmosfera unificatrice. Per completare questo progetto mancano ancora 13 pilastri portanti. Lunghi 14 metri e pesanti 5 tonnellate, questi pilastri e il loro trasporto – dal costo stimato di €60.000 – sembrano essere l’ultimo ostacolo per la costruzione del Globe berlinese. Per raggiungere il budget, è stata organizzata una raccolta fondi via StartNext che, ad oggi, ha raggiunto poco meno di 4.000 euro. Il teatro, alto 14,5 metri e dal diametro di 26 metri, ospiterebbe 600 spettatori e vorrebbe essere una replica del famoso Globe Theater londinese di Shakespeare.

Il Globe Theater londinese, storia di una fervente passione

Il celebre Globe Theater londinese venne eretto nel lontano 1599 dalla compagnia dei Lord Chamberlain’s Men, che contava fra i suoi membri nientemeno che Sir William Shakespeare, il quale finanziò personalmente il progetto. Dopo il successo iniziale, il sogno del Globe Theater sembrò infrangersi nel 1613, quando questo prese fuoco durante uno spettacolo. Questo evento, tuttavia, non determinò la sua fine, il teatro venne infatti ricostruito l’anno seguente. Finanziato fino ad allora dalla stessa compagnia che lo eresse in prima istanza, il Globe venne demolito definitivamente nel 1644. La formidabile storia di questo teatro non finì nel diciassettesimo secolo: dobbiamo aspettare gli anni ’80 del 1900 perché se ne ricominci a parlare. Nel 1989, infatti, una riscoperta delle fondamenta del Globe originale diede via alla ricostruzione dell’edificio che è ora entrato a far parte dell’International Shakespeare Globe Centre. Il Shakespeare’s Globe è oggi una delle attrazioni più visitate di tutta la Capitale.

Globe Theater, un nome che rimanda alla forma stessa del teatro

Il design stesso del Globe Theater si rifà a una moltitudine di tradizioni, antiche e non, che prevedevano una disposizione circolare del pubblico. Tra queste ritroviamo la consuetudine, risalente all’epoca dell’impero romano, di recitare al mercato cittadino con un cerchio di spettatori/passanti posizionati intorno ai teatranti. Analogamente, la struttura circolare a più piani rimanderebbe alla disposizione utilizzata durante gli spettacoli di tauromachia, che vedevano lo scontro di cani e tori all’interno di un perimetro circolare predefinito. La struttura ottagonale in legno poteva contenere fino a 3.000 spettatori e prevedeva uno spazio centrale vuoto per fare entrare la luce naturale, motivo per il quale gli spettacoli si svolgevano spesso nelle ore diurne. Infine, lo spazio dedicato agli attori prevedeva l’esistenza di una tettoia sotto la quale rifugiarsi e proteggere i costumi in caso di pioggia. Il Globe contemporaneo ripropone la stessa programmazione diurna di Shakespeare e non fornisce nessuna protezione dalle intemperie. Assistere a uno spettacolo del Globe è perciò un’esperienza unica ed autentica.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Globe Berlin / Mars Architekten

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *