L’UE vuole mantenere il roaming gratis in UK

Le maggiori compagnie telefoniche europee escludono le tariffe roaming dopo la Brexit nel 2021

L’Unione Europea vuole apparentemente mantenere il roaming gratis nel Regno Unito. Diverse compagnie telefoniche tedesche hanno annunciato di non avere alcuna intenzione di reintrodurre le tariffe roaming a seguito della Brexit, almeno fino alla fine del 2021. Con l’uscita del Regno Unito dall’Europa vi sono stati una serie di cambiamenti normativi, tra cui il regolamento europeo sul roaming entrato in vigore nel giugno 2017. In ogni caso, per il momento gli utenti di telefonia mobile tedeschi in viaggio verso l’Inghilterra possono stare tranquilli. Lo stesso non si può dire per i viaggiatori inglesi in Europa.

Nessuna tariffa aggiuntiva per i viaggiatori tedeschi nel Regno Unito

Un certo numero di compagnie telefoniche tedesche ha confermato che, nonostante le modifiche normative, le persone con contratti telefonici tedeschi non incorreranno in alcun costo aggiuntivo quando viaggeranno nel Regno Unito quest’anno. Sia Vodafone che Telekom hanno dichiarato di non avere alcun piano di reintrodurre le tariffe roaming nel Regno Unito nell’immediato futuro. Anche 1&1 e O2 hanno scelto di evitare maggiorazioni di tariff, ma non escludono di reintrodurle in un secondo momento, secondo un rapporto di Spiegel. Se le compagnie reintrodurranno le tasse di roaming dipenderà dalla buona riuscita delle trattative con le loro controparti nel Regno Unito, hanno dichiarato le maggiori compagnie telefoniche europee.

Cosa cambia per i viaggiatori inglesi nell’UE

Se l’Europa è decisa a mantenere il roaming gratis in UK, la situazione è invece diversa per i viaggiatori inglesi che vogliono recarsi in UE. Dopo l’entrata in vigore della Brexit, all’inizio del 2021, i principali operatori britannici – Three, EE, Vodafone e O2 – avevano dichiarato di non avere piani per reintrodurre il roaming a pagamento. Tuttavia altre compagnie hanno scelto di perseguire la politica più severa del “fair use”. Questa afferma che i britannici non dovrebbero navigare in roaming all’estero per un periodo superiore ai 62 giorni nell’arco di 4 mesi. Da allora gli operatori britannici Vodafone ed EE hanno annunciato che intendono ripristinare le tariffe di roaming a partire da gennaio 2022. Questo vuol dire che il roaming gratis in UE sarà disponibile solo da alcuni provider.

Leggi anche: Brexit: La Germania posticipa la scadenza per la regolarizzazione della residenza per i cittadini britannici

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: di Pete Linforth da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *