La struggente storia d’amore tra Ludwig I re di Baviera e la contessa Florenzi. Durò 47 anni

Un sentimento proibito quanto intenso: Ludwig I e Marianna Florenzi amanti fino alla morte

Una storia d’amore extraconiugale durata 47 anni. Ludwig I Re di Baviera e la contessa Marianna Florenzi sono stati legati fino alla morte del monarca bavarese. A testimonianza della loro passione, oltre 5000 lettere. Di quelle scritte da Ludwig I ne restano solo cinque poiché tutte le altre furono bruciate dalla nuore della marchesa. La storia tra i due amanti iniziò 200 anni fa, la sera del sabato grasso del 1821 in occasione dell’aristocratica festa di Carnevale tenutasi a Palazzo Torlonia in piazza Venezia, a Roma. Proprio in quella circostanza il re ottenne una scarpetta della contessa che custodì per tutta la vita. L’affascinante contessa romagnola, era allora congiunta al marchese perugino Ettore Florenzi.

Un valzer che valse l’amore per la vita

Marianna Florenzi, allora 19enne e già madre di una bambina, si recò al grande ballo in compagnia dell’invitata cognata Isabella Piazza. Turbata dalla spiacevole accoglienza della padrona di casa che non si aspettava la sua presenza, decise di esperire la propria delusione nascondendosi in un angolo del palazzo. A risollevarle l’umore ci provò un giovane Ludwig I che, al momento di apertura delle danze, la invitò a ballare il primo valzer. Nacque così l’amore tra la contessa Marianna e Ludwig I, rispettato sovrano e mecenate illuminato, nonno del più noto Ludwig II. Solo dopo la sua morte, avvenuta nel 1868, un fedele servitore incaricato dal monarca si recò a Perugia per recapitare alla contessa una confezione sigillata. Marianna Florenzi, nel frattempo rimasta vedova nel 1832 e risposatasi nel 1836 con l’inglese Evelyn Waddington, trovò all’interno della confezione la scarpetta del primo incontro con l’ormai defunto re di Baviera. In aggiunta, un fogliettino di carta conteneva la scritta: “Scarpetta della Marchesa Marianna Florenzi, ricordando il primo ballo a Palazzo Torlonia”.

Marianna Florenzi, contessa “fuori tempo”

Marianna Florenzi, nata nel 1802 a Ravenna, fu una delle prime studentesse di Scienze Naturali del XIX secolo presso l’Università di Perugia. Ritenuta una donna di incredibile bellezza, si distinse anche per modestia e gentilezza. All’età di 15 anni, costretta dalla sua famiglia, sposò Ettore Florenzi marchese di Perugia, il quale aveva tre volte la sua età. Quando conobbe Ludwig I lei aveva 18 anni e lui 34. Nell’ottobre del 1821, circa 9 mesi dopo il primo incontro col re di Baviera, nacque Ludovico Florenzi. Consequenzialmente al secondo matrimonio con Eveleyn Waddington, Marianna ricoprì un ruolo importante nella diffusione della conoscenza in Italia di Kant, Spinoza, Schelling e specialemnte Leibniz. Oltre ad alcuni saggi, la contessa scrisse un trattato dal titolo “Della Immortalità Dell’ Anima Umana” sulla scia degli studi Hegeliani ai quali si era appassionata.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *