A Berlino si pensa a un referendum per vietare completamente le auto dal centro

Le auto dovrebbero circolare nel centro della capitale solo se necessario. Questo è ciò che l’iniziativa “Berlin autofrei” vuole ottenere con un referendum. Ora ha presentato un progetto di legge.

Come riporta Der Tagesspiegel, l’iniziativa per il referendum “Berlin autofrei” (“Berlino senza auto”) ha pubblicato giovedì un progetto di legge di 48 pagine “per un uso della strada orientato al benessere pubblico”. Dopo la sua prima apparizione pubblica l’anno scorso, ora è chiaro come e con quale scadenze l’iniziativa intende realizzare il progetto di una gigante isola pedonale all’interno dell’anello della S-Bahn. Il piano è quello di utilizzare uno strumento legale che non è mai stato applicato su una scala così grande: la ridefinizione delle strade convenzionali come strade a basso traffico. Queste strade saranno poi utilizzate prevalentemente dai trasporti pubblici, dai pedoni e dai ciclisti. Le auto dovrebbero circolare solo in situazioni necessarie. “La nostra legge migliora la qualità della vita di tutti i berlinesi”, ha detto la portavoce Nina Noblé. Il disegno di legge consiste attualmente solo in una legge statale per Berlino. Ciò significa che le strade e le autostrade federali di Berlino sarebbero esenti da restrizioni.

Le auto potranno circolare solo in casi eccezionali

Chiunque vorrà usare le strade dell’isola pedonale con un’auto dovrà richiedere un permesso speciale. In termini concreti, il progetto di legge stabilisce che i berlinesi sarebbero autorizzati a guidare privatamente nel centro della città solo dodici volte all’anno. Dopo dieci anni, il numero si ridurrebbe a sei viaggi all’anno. Tuttavia, l’iniziativa è ancora aperta a cambiamenti: “Forse la gente vuole meno, forse vuole di più. Questi famosi “dodici viaggi” dovrebbero essere limitati al trasporto di merci pesanti o ingombranti e alle vacanze o gite fuori porta. Secondo l’iniziativa, ci dovrebbe essere un portale online per poter richiedere i permessi corrispondenti, sono comunque previste eccezioni per, ad esempio, artigiani, taxi, polizia, vigili del fuoco e persone con mobilità limitata. La raccolta di 20.000 firme, per ottenere una petizione per un referendum, inizierà ad aprile. L’iniziativa per ora ha presentato il progetto al Dipartimento dell’Interno del Senato di Berlino per far stimare i costi.

Strade senza automobili strade più sicure

Le firme dovranno essere raccolte entro giugno. La legge dovrebbe poi essere votata dai berlinesi nel 2023. Con il periodo di transizione di quattro anni previsto dalla legge, le strade all’interno del Ring potrebbero essere senza auto a partire dal 2027. C’è sicuramente ancora molta strada da fare, ma i piani dell’iniziativa sono finalmente concreti. Circa 100 persone sono ora volontarie nell’iniziativa. Se la petizione avrà successo, sarà la più grande isola pedonale al mondo che coprirebbe 88 chilometri quadrati. Questo dovrebbe rendere le strade più sicure, come riportato da rbb. “Vogliamo che la gente possa dormire con le finestre aperte e che i bambini possano di nuovo giocare per strada. Spesso, soprattutto i bambini e gli anziani, sono messi in pericolo dalle auto”, dice Nina Noblé.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Foto di copertina: ©Stefan Müller

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *