Dove si trovano le location bavaresi di “La Bella e la Bestia”

La Bella e la Bestia, un classico senza tempo che rimane al passo coi tempi

Il film d’animazione La Bella e la Bestia rappresenta uno dei classici Disney che ha nutrito l’immaginazione dei più piccoli, segnando la generazione degli anni ’90 per sempre. Si tratta del 30º Classico Disney, la cui prima uscita nelle sale cinematografiche risale al 1991, ed è stato anche il primo film d’animazione ad essere candidato all’Oscar come miglior film. Diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise, è basato sulla fiaba La Bella e la Bestia di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont.

Tanto grande fu il suo successo che nel 2017, a 16 anni dalla prima uscita, la Walt Disney Pictures ha realizzato il remake in live action del cartone animato. La trama de La Bella e la Bestia, quindi, rimane la stessa dell’originale classico ma viene arricchita da numerosi elementi che, ancora una volta, garantiranno la sua popolarità sui grandi schermi. A valorizzare il remake e renderlo verosimile, oltre alle tecnologie di riproduzione avanzate e un cast composto da attori di fama internazionale, tra cui Emma Watson, Luke Evans e Ewan McGregor, saranno soprattutto le ambientazioni, scelte minuziosamente per riprodurre quelle del cartone animato originale: è in questo senso che il Land della Baviera ricopre un ruolo da protagonista.

I luoghi bavaresi fonte di ispirazione per il live action

Il film La Bella e la Bestia è stato girato principalmente negli Shepperton Studios, in Inghilterra, dove è stato istituito un gigantesco set per ricreare, sulle orme dei villaggi francesi del XVIII secolo, il villaggio immaginario di Villeneuve, in cui vive la protagonista Belle.

Tuttavia, molte delle locations traggono ispirazione da luoghi reali che ricordano la Francia dell’epoca con il suo stile rococò. Alcuni dei “modelli” scelti per realizzare quelli che si configurano come gli scenari più rappresentativi del film, sono situati in Baviera. Primo tra questi è l’abbazia di Rohr, un monastero benedettino situato nel distretto bavarese di Kelheim. Il soffitto dell’edificio ha infatti ispirato il disegno del pavimento presente nella sala da ballo del Castello della Bestia, in cui i protagonisti si destreggiano nelle loro danze.

Pavimento Sala da Ballo

Soffitto della Braunau in Rohr Abbey, Baviera

Nel loro complesso, gli interni del Castello della Bestia traggono ispirazione dalla Chiesa di Wies, situata ai piedi delle Alpi tedesche, in Weilheim-Schongau, Baviera. La somiglianza tra il luogo reale e quello del remake è chiaramente visibile grazie allo stile rococò che arricchisce gli interni di entrambi gli ambienti.

Interni del Castello della Bestia

 Altare maggiore della Chiesa di Wies, Baviera

Le tracce del patrimonio architettonico e stilistico presente della Baviera sono visibili anche in altri spazi interni al Castello. La stanza di Belle, infatti, è stata creata seguendo le linee della Sala degli Specchi presente all’interno del Palazzo di Nymphenburg, il palazzo in stile barocco che ha sede a Monaco di Baviera.

 Stanza di Belle all’interno del Castello della Bestia

 Sala degli Specchi del Palazzo di Nymphenburg, Baviera

Tuttavia, anche al di fuori dei luoghi di corte di La Bella e la Bestia, il Land tedesco ha rappresentato un punto di riferimento. Molte scene del film sono ambientate nelle strade del villaggio di Villeneuve che, quindi, hanno ricoperto un ruolo di primo piano. Memorabile è, sicuramente, la fontana della piazza principale del villaggio che si rifà a quella situata nella cittadina bavarese di Rothenburg che già aveva ispirato la Disney per la produzione di Pinocchio.

 Fontana vilaggio Villeneuve 

Rothenburg ob der Tauber, Baviera

Non solo Germania: gli altri modelli perfettamente riprodotti nel remake Disney

Tante altre sono le località che, insieme alla Germania, hanno ampiamente contribuito alla realizzazione del grande progetto della Disney, offrendo uno spunto per le scenografie più caratteristiche di La Bella e la Bestia. Tra queste vi sono, ad esempio, il Portogallo, con la Biblioteca Joanina dell’Università di Coimbra, e la Francia: il villaggio di Conques, nell’Aveyron, e la Reggia di Versailles hanno ispirato rispettivamente il villaggio di Villeneuve e i grandi lampadari presenti nella Sala da ballo del Castello della Bestia, visibili nelle immagini precedenti.

Biblioteca del Castello della Bestia

 Biblioteca Joanina, Portogallo

Villaggio di Villeneuve

 Villaggio di Conques, Francia

Lampadari Reggia di Versailles, Francia

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagini: Copertina – Screenshot da YouTube
Sala da Ballo, Stanza di Belle, Fontana Villaggio Villeneuve, Biblioteca del Palazzo della Bestia e Villaggio Villeneuve da Walt Disney Pictures;
Chiesa di Wies foto di Mattis da Wikipedia;
Sala degli Specchi foto di Giulia Tesini da Pinterest;
Rothenburg ob der Tauber foto di Daderot da Wikipedia;
Bilbioteca Joanina foto di Alessandra Ide da Flickr;
Villaggio di Conques foto di Jacques Ficat da Flickr;
Lampadari Versailles foto di Stephen Wheeler da Flickr

Video e Immagine Interni Castello della Bestia da Youtube realizzato da Moviefone

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *