Scuola insegnanti alunni

In Germania libera scelta sui vaccini per il personale scolastico

Niente vaccino obbligatorio per gli insegnanti: la decisione di Berlino e Brandeburgo a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico.

Dopo settimane di intenso dibattito, la decisione è ormai ufficiale: gli insegnanti e il resto del personale scolastico potranno tornare in aula anche senza vaccino. È una scelta controversa e tutt’altro che definitiva quella presa da Berlino e Brandeburgo, con il nuovo anno scolastico ormai alle porte. L’inizio delle lezioni è previsto per lunedì 9 agosto: almeno per il momento si continuerà a richiedere il tampone negativo, fermo restando l’obbligo di indossare la mascherina in tutti gli ambienti scolastici. Nel frattempo, in Italia, il presidente Draghi ha esteso l’obbligo del Green Pass anche per il ritorno tra i banchi, ma soltanto per il personale scolastico. Si tratta di una richiesta di collaborazione rivolta alla fascia adulta per limitare il rischio di circolazione del virus e per scongiurare, quindi, una futura chiusura delle scuole. L’emendamento dovrebbe entrare in vigore il 1 settembre, o comunque prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Alcuni cenni sul dibattito delle ultime settimane.

La questione dell’obbligo vaccinale per il personale scolastico ha acceso un’intensa polemica nello scenario politico di Berlino. Dirk Stettner, esponente della CDU, è stato il solo a schierarsi apertamente a favore dell’obbligo vaccinale: «Gli insegnanti non vaccinati potranno continuare a lavorare da remoto: solo in questo modo si potrà ripartire in totale sicurezza.» Di altra opinione sono Raed Saleh di SPD e Paul Fresdorf di FDP, che si dicono contro l’imposizione del vaccino, invitando comunque il personale scolastico a vaccinarsi spontaneamente. Dubbi anche nella Sinistra di Carsten Schatz: “Il personale scolastico risulta pienamente disponibile a ricevere il vaccino: non sarà necessario rendere la vaccinazione obbligatoria.”

Continuano le proposte per i vaccini nelle scuole.

Con il nuovo anno scolastico ormai alle porte, il governo intende osservare l’andamento della pandemia prima di prendere una decisione definitiva sull’argomento. Rimane aperto anche il problema del vaccino per gli studenti minorenni, per cui è richiesto il consenso di un genitore o tutore. A questo riguardo arriva una proposta di Marianne Burket-Eulitz dei Verdi: organizzare delle campagne vaccinali direttamente nelle scuole e negli asili. Oltre a sensibilizzare sull’argomento, l’iniziativa consentirà di ricevere il vaccino sia agli adulti non ancora vaccinati, che agli alunni di età compresa tra i 12 e i 17 anni.

 

Leggi anche: Come funziona il sistema scolastico in Germania.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

In copertina: Foto da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *