Germania, scoperta chiesa millenaria costruita da Ottone il Grande

In Sassonia-Anhalt, un gruppo di archeologi ha scoperto le fondamenta di una chiesa di 1.000 anni fa, costruita dall’imperatore Ottone il Grande

Sono state rinvenute in Sassonia-Anhalt le fondamenta di una chiesa millenaria costruita dall’imperatore tedesco Ottone I (noto anche come Ottone il Grande). Un gruppo di archeologi, guidati da Felix Biermann, le ha reperite sotto un campo di grano a Helfta, in Germania. Sembra che i ricercatori sapessero già dove andare, grazie ai testi dello storico Thietmar von Merseburg, il quale scrisse della sua esistenza. La basilica rinvenuta era larga 20 metri, ed era costruita accanto un cimitero contenete 70 tombe, che secondo Biermann rappresentava “il luogo di sepoltura delle famiglie aristocratiche della regione”. Era, inoltre, composta da tre navate suddivise in sei sezioni principali. La chiesa fu inaugurata intorno al 968 d.C. e fu operativa per 500 anni consecutivi. Forse per un periodo funse anche da monastero. Ci sono anche alcune evidenze che dimostrano che Ottone il Grande vi soggiornò due volte, evidenziando l’importanza del luogo e dell’edificio.

Chi era l’imperatore tedesco

Gli storici considerano Ottone il Grande il primo imperatore del Sacro Romano Impero, centrato in Germania, e che controllava il territorio in tutta l’Europa centrale. Dopo la sconfitta degli invasori pagani ungheresi nel 955 d.C., egli divenne noto come protettore della cristianità e si autoproclamò come sovrano divino. Inoltre, utilizzò i suoi rapporti con i vescovi per rafforzare il controllo sul suo regno e per iniziare la sua espansione in Italia. Suo figlio Ottone II gli sarebbe succeduto dopo la sua morte nel 973 d.C. Dato che Ottone il Grande era associato a quello che oggi è noto come cattolicesimo, la chiesa fu demolita durante la Riforma protestante nel XVI secolo.

Una cattedrale in miniatura

Gli esperti ritengono che sia un importante ritrovamento per il patrimonio artistico europeo. «Le fosse di scavo e i resti delle fondamenta, nonché i resti degli arredi, lasciano ancora intravedere lo splendore dell’edificio». “È una chiesa magnifica ed eccezionalmente grande, che mostra l’importanza di questo luogo all’epoca […] Ottone ha effettivamente costruito una chiesa che assomiglia a una cattedrale in miniatura”, ha affermato Felix Biermann, direttore degli scavi.

 

Leggi anche: Germania restituisce al Messico decine di reperti archeologici

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: Scavi, screenshoot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *