Germania, realizzato nuovo stabilimento per la produzione del vaccino BioNTech

BioNTech avvia la produzione dei vaccini anti Covid-19 in un nuovo stabilimento in Germania, nella città di Marburgo

L’azienda farmaceutica tedesca BioNTech lancia la produzione dei vaccini, che ha sviluppato con la società statunitense Pfizer, in un nuovo stabilimento nella città di Marburgo, nel Land dell’Assia. Si spera che ciò possa portare ad un aumento significativo dell’offerta di vaccini. “Abbiamo iniziato il processo di produzione presso lo stabilimento di Marburgo con l’esecuzione della prima fase: la produzione di mRNA, che è il principio attivo farmaceutico”, ha annunciato BioNTech in un comunicato. A Marburgo l’azienda farmaceutica prevede di produrre fino a 250 milioni di dosi nella prima metà del 2021.

 

Ritardi nelle spedizioni delle dosi: BioNTech si impegnerà a rispettare gli impegni contrattuali

Per aumentare la produzione di vaccini, lo scorso anno BioNTech ha acquistato lo stabilimento di Marburgo dall’azienda Novartis, multinazionale svizzera che opera nel settore farmaceutico. “I primi vaccini prodotti nel sito di Marburgo dovrebbero essere consegnati all’inizio di aprile”, ha affermato BioNTech. E a febbraio o marzo l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) effettuerà i suoi primi controlli di qualità sui prodotti medici. Già da metà gennaio l’azienda ha però annunciato che ci sarebbero stati dei ritardi nelle spedizioni delle dosi. Ciò a causa di necessarie modifiche da apportare nello stabilimento principale di Puurs, in Belgio. Tuttavia, la società ha dichiarato che si impegnerà a rispettare gli impegni contrattuali e ad inviare all’Unione Europea fino a 75 milioni di dosi extra in primavera.

Anche l’azienda farmaceutica AstraZeneca intende costruire una nuova struttura vaccinale in Germania

AstraZeneca ha dichiarato di voler costruire un nuovo impianto di produzione di vaccini in collaborazione con IDT Biologika presso il sito di Dessau dell’azienda tedesca. L’obiettivo è quello di collaborare ad accelerare la produzione. Le due società hanno dichiarato di voler contribuire nel secondo trimestre ad aumentare la produzione di vaccini per l’Unione Europea. “Questo accordo aiuterà notevolmente l’Europa a costruire una capacità di produzione di vaccini indipendente che le permetterà di affrontare le sfide dell’attuale pandemia e di creare una capacità di fornitura strategica per il futuro”, ha dichiarato Pascal Soriot, amministratore delegato di AstraZeneca.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Vaccino da Pixabay  CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *