Il bellissimo video del personale di Austrian Airlines per tornare a volare appena sarà possibile

Austrian Airlines ti accoglie a passi di danza. La compagnia aerea si unisce nella challenge che ha fatto ballare tutto il mondo nel periodo del lockdown.

La challenge che ha fatto ballare tutto il mondo durante il lockdown arriva anche da Austrian Airlines. “Ecco come affacciarsi al 2021… Dopo un difficile 2020, il nostro staff non vede l’ora di potervi riaccogliere a bordo di nuovo. Per un buon inizio d’anno nuovo, il nostro equipaggio ha deciso di  interpretare una canzone che ha unito il mondo intero- proprio come Austrian Airlines”. Queste sono le parole con cui Austrian Airlines ha condiviso il video della famosa challenge, Jerusalema, interpretata però con lo stile, lo spirito e le uniformi che contraddistinguono la compagnia aerea. Le compagnie aeree sono uno dei settori messi maggiormente in ginocchio dalla pandemia. Austrian Airlines con questo video mostra come non si sia però arresa, ci invia un messaggio di speranza, di forza, di unione ma soprattutto ci mostra come è sempre lì ad aspettarci a braccia aperte in attesa che la situazione si sblocchi.

Le origini della challenge

La challenge Jerusalema nasce da un video pubblicato dalla Fenómenos do Semba, una compagnia di ballo angolana. La coreografia mette insieme passi semplici dell’afro-beat e del kuduro che seguono il ritmo incalzante della musica. La Austrian Airlines riprende la coreografia e con la stessa semplicità aggiunge passi che rimandano alle azioni che svolgono tutti i giorni i membri della compagnia aerea: le hostess che indicano le uscite di emergenza, i piloti che ballano nella cabina di pilotaggio, la hostess che con la mascherina al volto trasporta il carrello pieno di cibo per i corridoi dell’aereo. Una danza, un invito continuo al ritorno alla “semplice”, ma tanto attesa quotidianità. Un video che come la challenge originale tenta di portare uno squarcio di allegria nella monotona vita del lockdown, nella speranza di tornare un giorno non lontano a visitare questi luoghi esotici. Alla fine del video il personale si veste di colori nuovi. Gli abiti del folklore austriaco prendono il sopravvento trasformando lo staff nei comuni cittadini austriaci che ballano anche loro per il ritorno alla normalità.

Austrian Airlines hostess che indica le uscite ballando, screenshot da youtube https://www.youtube.com/watch?v=vH-zGql7Y_A&t=12s

Austrian Airlines hostess che indica le uscite ballando, screenshot da youtube 

Jerusalema, al di là della challenge

“Jerusalema, ikhaya lami”, tradotto “Gerusalemme è la mia casa” è il mantra attorno al quale gira tutta la canzone. Ma grazie alla challenge i confini di Gerusalemme si espandono. Un canto spirituale, inno a Gerusalemme diviene unione di popoli e culture, che seguendo lo stesso ritmo, esprimono la propria identità. Da qui nasce il paragone: così come i ragazzi angolani si riuniscono, danzano e mangiano il “cachupa”, un piatto tipico di Capo Verde, la Austrian Airlines si riunisce al completo, danza e fa ciò che sa fare meglio, dedicando la loro danza, il loro “cuore” alla loro personale Jerusalema, la loro casa: il cielo. Ed è proprio con questo spirito che si conclude il video, con una scritta che recita: “i nostri cuori sono lassù, ad alta quota”.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

immagine di copertina: Austrian Airlines, screenshot da YouTube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *