BioNTech produrrà 2 miliardi di vaccini nel 2021

Si stima che i due colossi farmaceutici Pfizer e BioNTech – in prima linea nella lotta al COVID-19 – nel 2021 produrranno fino a 2 miliardi di dosi di vaccino.

BioNTech ha dichiarato come tale incremento produttivo sia reso possibile dalla compresenza di due importanti condizioni: un miglioramento nei servizi di produzione ed un aumento dei fornitori preposti alle consegne. Inoltre, grazie alla diluizione del vaccino recentemente approvata dall’Unione Europea, saranno possibili fino a sei somministrazioni per fiala anziché cinque. Il nuovo obiettivo della produzione mira all’ aumento dei 1,3 milioni di dosi inizialmente previste. Si aggirano intorno ai 32,9 milioni le dosi già prodotte e distribuite da BioNTech e si stima che i due miliardi previsti dalla produzione per il 2021 saranno sufficienti a garantire la copertura vaccinale per almeno un miliardo di persone.

Più somministrazioni in una sola fiala e nuovi laboratori di produzione

La diluizione del vaccino, approvata venerdì dall’Unione Europea, consentirà fino a sei somministrazioni con una sola fiala anziché cinque. Il colosso farmaceutico tedesco ha dichiarato di aver messo in funzione un ulteriore laboratorio di produzione in Germania a Marburg, il quale consentirà un incremento nella capacità produttiva annuale pari a 750 milioni di dosi. Attualmente il vaccino è prodotto nella sede centrale a Mainz e in alcuni laboratori farmaceutici americani. I due miliardi di dosi che si vanno ad aggiungere ai 32,9 già prodotti saranno tali da vaccinare almeno un miliardo di persone nell’ambito del regime a due dosi.

Anche il farmaco prodotto da Moderna è stato autorizzato e le prime dosi sono arrivate a Berlino questa settimana

La notizia è stata comunicata dall’Assessore della Salute, Mittes Ephraim Gothe (SPD), e la portavoce del progetto di vaccinazione ha a sua volta confermato questo programma. Tuttavia la vaccinazione tramite questo vaccino procederà lentamente. Dopo le prime 2.400 dosi arrivate martedì 12 gennaio,  si conta di averne 3.600 entro la fine di gennaio e 30.000 entro inizio marzo. Le somministrazioni del vaccino Moderna avverranno all’interno del palaghiaccio Erika Hess, uno dei sei centri di vaccinazione dislocati nella città (attualmente è attivo solo quello presso la Treptow Arena). Ci si sta preparando ad aumentare ancora di più le cifre di persone vaccinate a Berlino: l’obiettivo consiste nel raggiungere le 20.000 somministrazioni al giorno. Secondo i rapporti sui vaccini finora disponibili, tuttavia, potrebbero essere necessarie ancora alcune settimane prima di poter utilizzare al massimo tutti i centri. A Berlino, attualmente, vengono somministrate circa 2.000 dosi al giorno. Molto presto altri vaccini saranno disponibili in tutto il resto dell’Europa dato che, dopo il via libera dell’Agenzia del Farmaco per il vaccino di Moderna, anche il farmaco prodotto da AstraZeneca dovrebbe essere approvato entro un mese, dopo essere già stato approvato dal Regn0 Unito.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagine di copertina: Photo by Artem Podrez from Pexels

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *