Germania, fino a oggi più di 200mila vaccinati con la prima dose

Gli ultimi dati diffusi dal Robert Koch Institut dopo 8 giorni dall’inizio della campagna di vaccinazione in Germania

Secondo i dati diffusi dal Robert Koch Institut il 4 gennaio, 238.809 cittadini tedeschi hanno ricevuto la prima dose del vaccino BioNTech/Pfizer dal 27 dicembre, giorno di inizio della campagna di vaccinazione in tutta Europa. Ma il numero potrebbe essere anche maggiore, dato che l’istituto ha dichiarato che alcune somministrazioni potrebbero ancora non essere state registrate. Il farmaco è stato somministrato soprattutto ai dipendenti del settore sanitario (114.336), in prima linea per curare i contagiati, seguiti dagli anziani nelle case di cura (103.894) e da quelli che vivono da soli (56.197). Il più alto numero di vaccinazioni si è registrato in Baviera (57.833), Renania Settentrionale – Vestfalia (48.691) e in Assia (30.085). A Berlino, per il momento, sono state vaccinate 14.616 persone. Rispetto al giorno precedente, in tutta la Germania, sono state somministrate 40.665 dosi in più.

Al fine di vaccinare più persone possibili si pensa a ritardare la seconda somministrazione

Secondo quanto riportato da Ntv, Thomas Mertens, Presidente del comitato permanente per le vaccinazioni dell’RKI, ha dichiarato che, date le limitate scorte di vaccino, potrebbe avere senso ritardare il richiamo. «Poiché l’intervallo tra le due vaccinazioni può variare entro ampi limiti, e la protezione è molto buona anche dopo una vaccinazione, vale sicuramente la pena considerare di somministrare la prima dose a più persone possibile e ritardare il richiamo» ha dichiarato Mertens. Anche il virologo Bonn Hendrik Streeck si è trovato d’accordo con le dichiarazioni di Mertens. «I dati hanno mostrato che più della metà dei pazienti sono ampiamente protetti dal Coronavirus dopo la prima vaccinazione. Se viene allungato il tempo di somministrazione tra la prima somministrazione e il richiamo, si può effettivamente raddoppiare il numero di persone che ricevono la prima parte della cura. Non è una decisione facile, ma è un modo per somministrare il farmaco a più persone rapidamente».

La situazione dei contagi in Germania

Stando ai dati diffusi dal Robert Koch Institut lunedì 4 gennaio, si sono registrati 9.847 contagi e 302 decessi. Solo a Berlino vi sono stati 657 nuovi infetti e 20 morti. A causa di questi dati, il Governo federale ha intenzione di estendere le attuali restrizioni fino, almeno, a fine gennaio. La Cancelliera Merkel e i governanti dei 16 Länder tedeschi si consulteranno su come procedere durante il prossimo vertice previsto per oggi, martedì 5 gennaio.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

 

Immagine di copertina: Photo by Artem Podrez from Pexels

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *