Berlino introduce il limite di 15 chilometri per uscire dalla città

Per la prima volta tutti e tre i ‘semafori’ di allerta sono rossi a Berlino. Il Senato introduce la ‘regola dei 15 chilometri’ che entrerà in vigore se il numero di contagi ogni 100.000 abitanti dovesse superare il valore di 200

Durante il vertice svoltosi martedì 12 gennaio, secondo quanto riportato dal Tagesspiegel, il Senato di Berlino ha deciso di introdurre anche nella capitale il divieto di spostamento a più di 15 chilometri se il numero dei contagi ogni 100.000 abitanti dovesse superare i 200. La restrizione agli spostamenti non si intende dalla propria abitazione, ma dai confini della città e comprenderà anche il divieto di volare in uscita da Berlino. Inoltre per comprovate ragioni lavorative o di salute il limite dei 15 chilometri allo spostamento non si applica. La decisione è stata presa all’unanimità dopo che, per la prima volta dalla sua introduzione, il sistema dei ‘tre semafori’ ha segnato tutte luci rosse. Nello specifico, l’indice di contagio Rt è arrivato a 1,47 (superiore alla soglia di guardia di 1,2), le nuove infezioni ogni 100.000 abitanti sono 204,19 mentre la percentuale dei letti occupati da pazienti Covid in terapia intensiva è del 31,41% (la soglia massima dovrebbe essere 15%).

In verde scuro il limite di spostamento dalla città di Berlino

In verde scuro il limite di spostamento dalla città di Berlino

Nel frattempo la Cancelliera Angela Merkel pensa di allungare l’attuale lockdown fino a Pasqua

Stando a quanto riportato da alcuni giornali tedeschi durante una riunione interna svoltasi nella mattinata di martedì 12 gennaio, la Cancelliera potrebbe decidere di allungare l’attuale lockdown per un periodo dalle 8 alle 10 settimane, ovvero fino a Pasquetta (5 aprile). Le attuali restrizioni sarebbero dovute continuare fino al 31 gennaio ma Merkel è preoccupata per la variante britannica del virus, estremamente più contagiosa rispetto a quella che già conoscevamo. «Se non riusciamo a contenere la variante inglese del virus, avremo un’incidenza dieci volte superiore entro Pasqua». Tutto ciò, a suo avviso, significherebbe un drastico aumento dei contagi e una pressione quasi insostenibile al sistema sanitario. Da qui la decisione della Cancelliera di proporre un allungamento delle restrizioni, almeno fino a quando non si arriverà ad un numero di vaccinazioni che possano permettere una graduale riapertura.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagine di copertina: da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *