Germania, genitori possono prendersi del tempo per i figli a casa senza usare le ferie

Le nuove misure previste per affrontare la prolungata chiusura di scuole e asili

La crisi dovuta alla pandemia e la chiusura di scuole ed asili hanno messo in difficoltà milioni di genitori, che si sono dovuti reinventare per conciliare lavoro e assistenza dei propri figli. E la situazione si protrarrà almeno fino a fine mese.
Difatti, stando a quanto deciso dalla Cancelliera Merkel in accordo con i 16 Ministri federali, il lockdown nazionale verrà prolungato fino al 31 gennaio. Rimangono in vigore le restrizioni attuali, compresa la chiusura di scuole e asili, e a partire da lunedì prossimo ne sono state inasprite altre (tutti i dettagli su questo nostro articolo). Per aiutare tutte le persone con figli a carico, il Governo tedesco offre delle opzioni di congedo retribuito a breve e a lungo termine. I genitori, quindi, non dovranno utilizzare le consuete ferie annuali per occuparsi dei loro figli.

Raddoppiato il tempo di indennità di malattia

Il Governo federale e i Länder sottolineano che il funzionamento delle strutture e delle scuole è di massima importanza per l’istruzione e la conciliazione della vita familiare e professionale. Date le circostanze è stato quindi deciso di raddoppiare i giorni di indennità di malattia per i figli previsti per quest’anno (Kinderkrankentagegeld), una misura che era già stata adottata nel 2020. Ad ogni genitore sarà concesso di prendere 20 giorni per i loro figli invece di 10 e ai genitori single 40 giorni invece di 20. La normativa è valida non solo in caso di malattia dei bambini ma è stata pensata proprio per l’assistenza delle loro necessità a casa vista la chiusura delle scuole e degli asili.

Il congedo straordinario per Coronavirus

Oltre al congedo per malattia, è stato varato anche il Corona-Sonderurlaub, un congedo straordinario destinato a chi ha figli maggiori di 12 anni o con disabilità per cui non è prevista un’opzione di assistenza.
Ad ogni modo se uno dei due genitori rimane a casa, l’altro non è autorizzato a ottenere questo tipo di congedo. Viene incoraggiata la modalità di lavoro da remoto qualora possibile, e si presuppone che il lavoro agile possa essere conciliato con la cura della propria famiglia. A tal proposito, nel sito del Ministero federale della Sanità viene riportato che “lo Stato rispetta la libertà imprenditoriale e non è suo compito determinare l’organizzazione del luogo di lavoro”.
Ogni genitore può richiedere il Corona-Sonderurlaub per un periodo massimo di 10 settimane, nel caso in cui non abbia altra alternativa di assistenza. Anche qui se si tratta di genitori single, il numero di giorni concessi sale a 20.
Il congedo non viene elargito tutto in una volta ma è ripartito e corrisponde al 67% dello stipendio netto (non può però superare la cifra di 2016 euro). Ciò corrisponde a ingenti perdite per chi percepisce un cospicuo stipendio mensile.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: da Unplash

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *