Germania, come richiedere il proprio passaporto vaccinale in farmacia

Da lunedì 14 giugno si potrà richiedere in farmacia il certificato digitale di avvenuta vaccinazione e salvarlo sulla nuova app CovPass

Secondo quanto dichiarato dal Ministero Federale per la Salute, tutte le persone vaccinate hanno diritto a richiedere un passaporto digitale. Questo potrà essere conservato in sicurezza sul proprio smartphone. Molte farmacie tedesche si stanno infatti organizzando per generare un QR code che il vaccinato può scansionare o ricevere su carta. I dati nel codice QR sono protetti con un sistema crittografato che impedisce la contraffazione, dati i numerosi casi di falsificazione avvenuti di recente. Sul portale Mein Apothekenmanager è possibile localizzare la farmacia più vicina in cui ritirare il proprio passaporto digitale. È necessario ricordare che la protezione vaccinale diventa efficace 14 giorni dopo aver ricevuto la dose, quindi il codice QR è valido dal quindicesimo giorno. Se non si ha uno smartphone, è possibile comunque stampare il codice QR e mostrarlo se necessario.

Al momento, sono ancora poche le farmacie disponibili

L’Associazione tedesca dei farmacisti prevede che lunedì sarà inizialmente presente un numero limitato di farmacie. «È necessario precisare, però, che il numero di farmacie in cui sarà possibile ritirare il certificato aumenterà rapidamente», ha affermato il presidente dell’Associazione Thomas Dittrich. Il ministro federale della sanità Jens Spahn (CDU) ha dunque invitato la popolazione a non recarsi immediatamente lunedì in farmacia per ottenere il passaporto digitale, che dovrebbe essere disponibile a livello nazionale entro la fine di giugno. «Il passaporto digitale di vaccinazione è riconosciuto in tutti gli Stati membri dell’UE», ha affermato Spahn, che si è definito orgoglioso del risultato raggiungo dalla Germania nella campagna vaccinale.

Come fare per ritirare il passaporto digitale in farmacia

Coloro che hanno ricevuto il vaccino possono recarsi in farmacia muniti del certificato dell’avvenuta vaccinazione e di un documento in corso di validità. In seguito alla verifica dei documenti, il personale della farmacia provvederà a generare il QR code. Successivamente, si potrà scansionare con Corona-Warn app, che in molti già usano per tracciare i contatti con le persone positive al Covid-19. Da mercoledì 9 giugno è disponibile una versione aggiornata, che consente di salvare i passaporti digitali di vaccinazione. La novità è tuttavia l’app CovPass, disponibile già da giovedì 10 giugno, e offerta gratuitamente dal Robert Koch Institute. Per quanto riguarda la privacy, il Ministero della sanità ha affermato che il passaporto digitale contiene solo informazioni sullo stato di vaccinazione, il nome della persona vaccinata e la data di nascita. I dati vengono salvati solo sullo smartphone e non altrove.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Lukas CC0 Unsplash

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *