Germania, approvvigionamento di mascherine: Ministro della salute potrebbe aver facilitato ditta del marito

Il Ministro della salute federale, Jens Spahn, ancora al centro delle polemiche

Secondo un’indagine effettuata dalla testata Der Spiegel e resa pubblica domenica, il Ministro della salute Jens Spahn avrebbe favorito l’azienda per cui lavora il marito, acquistando un’ingente quantità di mascherine FFP2. Stando a quanto riportato dal report pubblicato da Der Spiegel, la compagnia Hubert Burda Media GmbH avrebbe venduto al Ministero della salute circa 570.000 mascherine nell’aprile dello scorso anno. Il marito di Spahn, Daniel Funke, ricopre un ruolo da dirigente all’interno dell’azienda che, tra le altre attività, controlla numerose pubblicazioni in Germania, tra cui Focus. Hubert Burda Media ha confermato all’agenzia di stampa Dpa di aver ricevuto 909.452 euro per la fornitura di mascherine. Certamente queste ultime accuse rivolte contro Spahn non fanno altro che alimentare la sfiducia, sempre più crescente, nei confronti del Ministro.

Le dichiarazioni di Spahn e di Hubert Burda Media

Non si sono fatte attendere le dichiarazioni del Ministro e dell’azienda riguardo allo scandalo. Un portavoce di Hubert Burda Media ha dichiarato che “il signor Daniel Funke non è mai stato informato e mai è stato coinvolto nelle trattative”. Un portavoce del Ministro Spahn, ha invece dichiarato all’agenzia AFP che il processo di acquisizione delle mascherine si è svolto seguendo le regole dettate dal Governo federale e che il contratto con l’azienda è stato siglato dopo aver vagliato varie offerte.

L’accusa nei confronti di Spahn non è di certo il primo scandalo che travolge membri del partito di Angela Merkel

Pochi giorni prima delle accuse rivolte contro Spahn, anche altri membri della CDU e del suo partito ‘sorella’, la CSU, sono stati travolti dallo scandalo sull’acquisto di mascherine. Domenica Alfred Sauter (CSU), ex Ministro della giustizia bavarese, ha annunciato le dimissioni dal partito dopo essere stato messo sotto indagine con l’accusa di corruzione per l’acquisto di alcuni lotti di mascherine. Anche Georg Nüsslein della CSU è stato accusato di aver ricevuto migliaia di euro per favorire l’acquisto di protezioni mediche da determinate aziende. Le stesse accuse sono alla base delle indagini che vedono come imputato Nikolas Löbel, parlamentare della CDU.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

 

Immagine di copertina: Jens Spahn – Daniel Funke ©Martin Kraft da Wikimedia Commons CC 4.0

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *