Baviera impone severissimi controlli al confine con l’Austria per contenere la diffusione delle varianti Covid

Si intensificano i controlli alle frontiere: cresce la paura per le nuove mutazioni del Coronavirus altamente contagiose

“La situazione sanitaria è ancora molto precaria, soprattutto a causa delle mutazioni del Covid altamente contagiose” ha dichiarato Joachim Hermann, Ministro degli interni bavarese. “Questo è il motivo per cui dobbiamo monitorare molto da vicino il rispetto delle rigide regole di ingresso, soprattutto ai confini con Repubblica Ceca e Austria, oltre che negli aereoporti”. Aumentano così i controlli al confine, con la speranza di contenere il diffondersi delle mutazioni, specialmente quelle inglese e sudafricana,  che si stanno espandendo oltre la frontiera. Anche il Ministro degli interni austriaco, Karl Nehammer annuncia maggiori controlli: ” stiamo ora rafforzando le reti di controlli alle frontiere”.

“Non permetteremo a una nuova ondata di espandersi in Germania”

Il segretario Generale del CSU, Markus Blume  ha dichiarato che la Germania non permetterà che una nuova ondata di contagi travolga la Germania.  “Dobbiamo agire rapidamente, se la mutazione si diffonderà troppo, sarà troppo tardi per intervenire efficacemente”. Il segretario prevede anche la chiusura dei confini come “ultima spiaggia”.  I viaggi attraverso i confini sono, ad oggi, ridotti al minimo.  Hermann, in un’intervista al Münchner Merkur, ha ricordato le rigide direttive della Baviera, che vietano gli spostamenti per effettuare acquisti o per andare a sciare oltre il confine. La situazione è critica ma c’è una “buona cooperazione  tra la polizia federale e quella bavarese” . I controlli alle frontiere rappresentano l’elemento chiave per scongiurare il contagio tra gli Stati.

Gli aiuti della Baviera ed i controlli a tappeto

La Baviera ha dato una disponibilità iniziale di 100 poliziotti antisommossa da spedire al confine con l’Austria per i controlli alle frontiere. Controlli più intensivi potrebbero però portare ad ingorghi eccessivi. Hermann ha però smentito: “faremo tutto quanto in nostro potere per ridurre al minimo le interruzioni del traffico”. Anche l’Austria ha intensificato le misure contro il contagio. Per coloro che entrano in Austria, inoltre, sono state previste diverse procedure. Devono disporre del risultato negativo del test molecolare o antigene per il Covid-19 e devono aver compilato un modulo di registrazione online per l’accesso alla frontiera. Chi entra dalla frontiera  dovrà anche osservare una quarantena preventiva di 10 giorni, che potrà essere sospesa al quinto giorno se il test anti-Covid risulta negativo.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *